Formula E a Roma, via a un weekend "elettrizzante" su Sky: le regole e le classifiche

FORMULA E

Massmo Discenza

Oggi e domenica sul circuito cittadino dell’Eur la Formula E fa tappa a Roma. Due gare per rilanciare la sfida nella classifica mondiale: De Vries (Mercedes) guarda tutti dall’alto. Diretta su Sky Sport Uno: qualifiche alle 12.00 e gara dalle 15.45; domani qualifiche alle 9.00 e gara alle 12.45

FORMULA E, TUTTE LE NEWS E LA GUIDA TV

La Formula E riparte da Roma con un fine settimana mozzafiato: due gare in meno di ventiquattro ore. L’imperativo sarà gestire al meglio energie fisiche, gomme e batterie. E non necessariamente in quest’ordine. La seconda tappa del mondiale per monoposto elettriche porta i ventiquattro piloti protagonisti sull’asfalto bollente del circuito cittadino dell’EUR, uno dei più impegnativi della stagione. Tifosi e appassionati non potranno essere in tribuna per le norme-Covid. Ma niente paura: il doppio appuntamento sarà in diretta su Sky Sport Uno (segnatevi gli orari: oggi qualifiche alle 12.00 e gara dalle 15.45; domenica qualifiche alle 9.00 e gara alle 12.45), con il contorno di approfondimenti garantiti dalla qualità della squadra-motori di Sky Sport. 

Le regole del gioco: c’è anche il fan boost

Rapida rispolverata al regolamento prima di immergersi nell’atmosfera del weekend romano. Il materiale a disposizione dei dodici team è fantastico: le monoposto “GEN2 Evo” possono sviluppare una potenza in gara di 250 kW raggiungendo velocità prossime ai 280 kmH. I tempi di accelerazione (0-100kmH in 2.8”) hanno poco da invidiare alle “cugine” di altre categorie. A disposizione dei team due set di gomme Michelin da diciotto pollici per ogni evento. Il weekend parte con due sessioni di prove libere, ma il divertimento vero comincia con le qualifiche. Durano un’ora, le ventiquattro monoposto sono divise in quattro gruppi da sei vetture che in sei minuti devono fissare il miglior tempo. I sei più veloci si qualificano per la Super Pole: un tentativo a testa per le zone altissime della griglia di partenza. Motivo in più per brillare: il poleman si aggiudica tre punti aggiuntivi. Le gare durano quarantacinque minuti più un giro e non c’è tempo di annoiarsi. Anche perché i piloti dovranno amministrare la batteria e potranno attivare la “modalità di attacco” che aiuta i sorpassi, attivando un extra-boost di 35kW transitando in una specifica zona fuori traiettoria. Il numero e la durata di questi extra-boost vengono decisi dalla commissione tecnica poco prima della gara. Quindi: poco tempo per decidere le strategie. Si può guadagnare potenza anche con il “fan-boost”: cinque secondi di extra power assegnati dai tifosi che votano on line. Al traguardo, punti per i primi dieci esattamente come in Formula 1 (25, 18, 15 ecc.) così come il punto extra per chi realizza il miglior giro finendo tra i primi dieci.

Dove eravamo rimasti?

Nel deserto arabo le prime due tappe hanno avuto due copioni opposti. Gara-1 è stata dominata dall’olandese della Mercedes De Vries, poleman e primo al traguardo. Gara-2 ha visto Bird vincere il duello con Frijns, scattato dalla pole position. Elemento comune, una certa difficoltà da parte delle “teste coronate” della categoria a prendere il ritmo: se Da Costa, campione 2020, ha riscattato con il podio in gara-2 un esordio da sbadigli, i vari Vergne, Buemi e Di Grassi (campioni delle tre precedenti edizioni) non sono riusciti a mettere insieme neanche un punto in classifica. Bene invece i rookies e i team che non ti aspetti (Dragon/Penske, Nio), bene lo svizzero Mortara, eccellente secondo in gara-1 prima dell’incidente che gli ha impedito di prendere parte alla seconda sfida. La classifica, ancora poco indicativa, dopo la doppietta romana avrà una fisionomia più chiara.

Classifica piloti (dopo 2 gare)

1.       De Vries (Mercedes) 32

2.       Bird (Jaguar) 25

3.       Frijns (Envision Virgin) 22

4.       Mortara (Venturi) 18

5.       Da Costa (DS Teecheetah) 15

6.       Evans (Jaguar) 15

7.       Rowland (Nissan) 14

8.       Rast (Audi) 13

9.       Sette Câmara (Dragon Penske) 12

10.   Wehrlein (Porsche) 11

Classifica team (dopo 2 gare)

1.       Jaguar 40

2.       Mercedes 36

3.       Envision Virgin 22

4.       Dragon Penske 22

5.       Audi 19

6.       Venturi 18

7.       DS Teecheetah 15

8.       Nissan 14

9.       Porsche 11

10.   NIO 9

Il programma della Formula E a Roma su Sky

Sabato 10: FP1 8,00-8,45; FP2 10,15-10,45; Q 12-13 (diretta Sky Sport Uno); R1 (45’+1 giro) 16,04-17 (diretta Sky Sport Uno dalle 15.45).

Domenica
11: FP3 7,00-7,45; Q 9-10 (diretta Sky Sport Uno); R2 (45’ + 1 giro) 13,04-14 (diretta Sky Sport Uno dalle 12.45)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport