Superbike, Alvaro Bautista torna in Ducati: accordo di un anno

sbk
Vera Spadini

Vera Spadini

Lo spagnolo ha firmato l'accordo che lo riporterà in sella alla V4 nella prossima stagione, dopo due anni di separazione. Candidati a sostituire Bautista in Honda sono Chaz Davies, Tom Sykes e Dominique Aegerter

Un grande ritorno anima il mercato della Superbike (che corre sabato 21 e domenica 22 agosto sul circuito di Los Arcos nella regione Navarra in Spagna). Alvaro Bautista torna in sella alla Panigale V4 dopo due anni di separazione. Una mossa inaspettata, dato che lo spagnolo e la Ducati si erano lasciati dopo qualche incomprensione.

approfondimento

SBK Navarra, Rea comanda nelle prove libere

Nella seconda parte della stagione 2019 Bautista ha avuto una parabola discendente e qualche caduta di troppo, chiudendo alla fine secondo nella graduatoria mondiale dietro a Rea. Ma nella prima parte è stato il dominatore del campionato, con dieci vittorie consecutive nelle prime gare e 16 totali, più di qualsiasi altro pilota sulla V4.

Il team Aruba.it Racing Ducati ha quindi scelto lui al posto di Scott Redding, che ha siglato un accordo con BMW (per il prossimo mondiale con opzione per il 2023). Bautista, che con Honda ha ottenuto come miglior risultato un terzo posto nel GP di Aragon ed è undicesimo nella classifica generale, ha subito accettato e firmato un contratto per un anno. Ora si attende solo il comunicato ufficiale. Al suo fianco dovrebbe essere confermato Michael Ruben Rinaldi.
I nomi che circolano come candidati a sostituire Bautista in Honda sono quelli di Chaz Davies, Tom Sykes e Dominique Aegerter.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche