US Open, Serena Williams battuta 6-3, 7-5 da Bianca Andreescu in finale

Tennis

Prosegue la maledizione del record di Slam per Serena Williams, che cede in finale agli US Open alla 19enne canadese Bianca Andreescu e rinvia ancora una volta l'aggancio a quota 24 titoli a Margaret Court. Per l'americana si tratta della quarta finale in un major persa consecutivamente

US OPEN, DA MEGHAN A SPIKE LEE: TIFOSI D'ECCEZIONE PER SERENA WILLIAMS

MEDVEDEV-NADAL OGGI, ORARIO E DOVE VEDERE LA FINALE DEGLI US OPEN

FOTO: SERENA E LA MALEDIZIONE DEI 23 SLAM - RISULTATI E TABELLONE

TROPPO NADAL PER BERRETTINI: RAFA VOLA IN FINALE

BERRETTINI VEDE LE FINALS: I TORNEI VERSO LONDRA IN DIRETTA SU SKY

Bianca Andreescu ha conquistato gli US Open femminili, battendo 6-3, 7-5 Serena Williams, che manca ancora una volta l'appuntamento con il 24° titolo Slam che le avrebbe consentito di eguagliare il record di Margaret Court. Andreescu, che da lunedì sarà n° 5 del mondo, diventa la prima canadese a vincere uno Slam, lei che l'anno scorso di questi tempi era fuori dalle prime 200 del mondo e perdeva al primo turno di qualificazioni. La 19enne, che in questa stagione aveva già conquistato Indian Wells e Toronto, spezza così il sogno di Serena Williams, costretta ad incassare il quarto ko consecutivo in una finale Slam dopo Wimbledon 2018 e 2019, US Open 2018. In generale, l'americana non vince un Major da Melbourne 2017, quando era già incinta della piccola Olympia: negli ultimi tre anni, il suo bilancio nelle finali Slam recita un pessimo 2-5. 

Williams-Andreescu, la cronaca

Nel primo set Serena comincia in modo negativo, perdendo subito la battuta. Sotto gli occhi di tante celebrità (Spike Lee, la principessa Meghan, Anne Wintoure), l'americana non riesce a fare male all'avversaria e sbaglia tanto sia al servizio che con il diritto, subendo il break del definitovo 6-3 anche nell'ultimo gioco del parziale. La Williams parte malissimo anche nel secondo set, perdendo ancora una volta la battuta a causa di un doppio fallo e sprofondando subito 0-2. Come una leonessa ferita, la 38enne statunitense recupera subito il break al termine di un 3° game infinito (12 punti e 7'), facendo impazzire l'Arthur Ashe Stadium, caldo come il Maracanà. Quando tutto sembra pronto per la riscossa, però, Serena ha un nuovo improvviso black-out va sotto 1-5. Qui comincia un'altra partita, con l'americana che a braccio sciolto piazza un parziale di 10-1 che le consente di annullare un match point e recuperare i due break di svantaggio. Andreescu gioca contro sé stessa e contro i 25mile del Centrale, non si scompone e strappa ancora una volta la battuta alla rivale, chiudendo 7-5 e portando a casa il suo primo Slam a 19 anni. Per Serena, invece, l'incubo continua. 

 

I più letti