Origi al Milan: reti da Champions League e voglia di rivalsa per il belga

milan
©IPA/Fotogramma

Prima la finale contro il Liverpool (Calcio d'inizio ore 21.00, diretta su Sky Sport Uno, Sky Sport Football, Sky Sport 251, Sky Sport 4K e in streaming su NOW) poi la nuova avventura in rossonero. Reti da Champions League e voglia di rivalsa per il belga, promesso sposo del Milan

LIVERPOOL-REAL MADRID LIVE

Un attacco per la Champions League, puntando su chi quella coppa l'ha già conquistata: dopo Olivier Giroud, il Milan aspetta Divock Origi. L’attaccante, che lascerà il Liverpool a parametro zero alla scadenza del contratto, sarà un nuovo attaccante rossonero e svolgerà presto le visite mediche, prima di firmare il contratto. Reti (europee) e voglia di rivalsa: il belga porterà entusiasmo nuovo per continuare a crescere anche fuori dall'Italia. "Con due o tre acquisti importanti e il consolidamento dei giocatori che abbiamo possiamo competere per qualcosa di più grande in Champions League", ha dichiarato Paolo Maldini. L’acquisto ormai prossimo di Origi va proprio in questa direzione: dopo la vittoria dello scudetto, il Milan vuole tornare ai vertici anche del calcio europeo.

Come Giroud 12 mesi fa

leggi anche

Origi saluta: dopo la Champions, visite con il Milan

Per continuare a crescere in Europa, il Milan punta sulla voglia di rivalsa di Origi. Il belga, nonostante la lunga lista di trofei conquistati con il Liverpool, non è stato mai un titolare nello scacchiere di Klopp. A 27 anni, il classe 1995 è nel pieno della maturità calcistica, ha voglia di una nuova sfida e quella offerta dal club rossonero è davvero invitante. Origi ritroverà Olivier Giroud: da avversari in Premier League, a compagni di reparto. Due attaccanti (di età diverse) ma vicini per quella fame di dimostrare e la voglia di essere sempre decisivi, come ha dimostrato il francese mettendo la sua firma sulla scudetto rossonero con reti decisive (doppietta contro Inter e Sassuolo, reti contro Lazio e Milan, ndr).

Reti europee

leggi anche

Klopp saluta Origi

Cosa chiederà il Milan all'attaccante belga? Sicuramente i gol. In attesa di Zlatan Ibrahimovicche tornerà tra 8 mesi - Stefano Pioli potrà contare su Divock e Olivier, due bomber da notti europeee. Il belga, infatti, sa come fare in Champions League: due reti, decisive, nella storica rimonta nella semifinale di ritorno contro il Barcellona, poi la rete in finale contro il Tottenham nel 2019. Lo stesso Origi ha già fatto male al Milan, proprio nell'ultima Champions League. Una rete, anche in questo caso, decisiva.

Di Canio: "Con Pioli potrebbe fare il salto di qualità"

leggi anche

Il Milan di Pioli è un patto

Da un attaccante a un altro. Paolo Di Canio approva il colpo Origi: "Giocatore ottimo, un attaccante nel pieno della sua carriera. A 27 anni ha già un'ottima esperienza internazionale, gioca in una squadra importantissima come il Liverpool. Non è un grandissimo realizzatore, è bravissimo a giocare con e per i compagni. Ha ottime qualità tecniche, svaria, gli piace defilarsi per trovare spazi. A volte è lezioso e si piace troppo - poi ha aggiunto - Con Pioli potrebbe però fare il salto di qualità definitivo per la carriera e segnare molti più gol. Il compito di Pioli sarà convincerlo a presidiare di più l'area di rigore. Pioli lo convincerà? Vedremo".