Feyenoord, Kokcu: "Totti? Lavorare con una leggenda come lui è bello"

Conference League

Nel ritiro in Algarve (Portogallo), alcuni protagonisti del Feyenoord hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti al Media Day. Kokcu, centrocampista che fa parte dell'agenzia di Francesco Totti, ha parlato dell'ex bandiera giallorossa: "È bello lavorare con una leggenda come lui". L'allenatore Slot puntualizza: "Per noi sarà difficile ritrovare il ritmo visto che non giocheremo da una settimana e mezzo"

FEYENOORD, SENESI: "ROMA FORTE, CONTERANNO I DETTAGLI"

Mentre la Roma si appresta a giocare l'ultima partita di campionato contro il Torino (in programma venerdì sera), il Feyenoord - avversario dei giallorossi in finale di Conference League, il prossimo mercoledì - ha già finito il suo campionato e può concentrarsi sulla finale di Tirana. Tutta la squadra è in ritiro in Algarve (Portogallo) e in occasione del Media Day, qualche giocatore ha dedicato del tempo per rispondere alle domande dei giornalisti. Tra questi il talentuoso centrocampista Orkun Kokcu, 21 anni, che a Sky Sport ha parlato anche del suo rapporto con Francesco Totti. Kocku, infatti, fa parte dell'agenzia dell'ex giocatore della Roma, la CT10 Management: "Non ho mai parlato con lui direttamente, ma mio padre due-tre volte è andato a Roma per incontrarlo. Qualche volta gli ha detto come potevo crescere e cosa posso fare per migliorare. È bello poter lavorare con un calciatore così importante. È stato una leggenda". 

Slot: "Non sarà facile dopo essere stati fermi una settimana e mezzo"

leggi anche

Finale Conference, Roma apre l'Olimpico ai tifosi

In conferenza stampa poi ha parlato anche Arne Slot, l'allenatore del Feyenoord, che sembrava rispondere alle parole di Mourinho di mercoledì. Lo 'Special One' (qui le sue parole) aveva dato un vantaggio al Feyenoord perché il campionato olandese si è chiuso in anticipo rispetto alla Serie A, e perché così gli avversari avrebbero avuto più tempo per riposare e per lavorare. Ma Slot ha rovesciato la teoria di Mou: "Per noi è difficile non giocare per una settimana e mezzo. Abbiamo già concluso il campionato e non sarà semplice ritrovare il ritmo partita e la freschezza in allenamento. Dovremo ritrovare lo stesso feeling avuto per tutta la stagione in questa settimana e mezzo". Poi ha aggiunto: "Credo che la Lega Calcio abbia aiutato la Roma anticipando la partita contro il Torino a venerdì, così avranno tempo di preparare la finale. Per me, comunque, queste partite si preparano in quaranta settimane, non in quattro-cinque giorni.

Dessers: "Bello essere in testa alla classifica marcatori, ma voglio la Conference"

leggi anche

Haaland al City come papà Alf-Inge: gli altri casi

Infine, a parlare è stato anche Cyriel Dessers, attaccante del Feyenoord e capocannoniere della Conference League con dieci gol, uno in più di Abraham: "Essere in testa alla classifica ora è bello", ha detto. "Nella finale spero che i miei compagni difendano bene (su Abraham, ndr), e che tengano la porta inviolata per aiutarmi. Diventare il capocannoniere sarebbe un bell'extra, ma non è certo il mio obiettivo primario. Prima voglio vincere la Conference League".