Cristiano Ronaldo alla Juve, il diario del suo primo giorno in bianconero minuto per minuto

CalcioMercato

Un giorno e mezzo. Quattro step: atterraggio, visite, squadra e conferenza. CR7 già idolo di Torino e pianeta Juve ubriaco di gioia. Ecco l'inizio dell'avventura in bianconero di Cristiano Ronaldo minuto per minuto

CALCIOMERCATO NEWS: LE TRATTATIVE LIVE

L'INTERVISTA ESCLUSIVA DI CRISTIANO RONALDO A SKY

RONALDO ALLA JUVE, IL COLPO DEL SECOLO: LO SPECIALE

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NOTIZIE

Per chi ancora non ci credeva ora Cristiano Ronaldo-Juve è una realtà. Cori, applausi, sorrisi, saluti, abbracci e le parole. “La Juve è stata una scelta facile”. Sì, perché tra vincenti ci si capisce quasi sempre. Dalle 17.40 di domenica alle 23.15 di lunedì, quando a “L’Originale” è andata in onda la sua intervista esclusiva con Sky Sport. Un giorno e mezzo a tutto CR7. Una trattativa iniziata immersa nello scetticismo. Poi i primi movimenti. Il viaggio in Grecia di Andrea Agnelli. Ronaldo dice sì e il Real pure: è il colpo del secolo. Probabilmente il più grande di sempre in Italia. Prima lo sbarco a Torino Caselle, dove i social bianconeri lo attendevano per il grande benvenuto in Italia. Poi la prima cena torinese a base del solito menù da sportivo, anche se un piatto di pastasciutta c’è stato lo stesso. Poi finalmente la prima giornata nella Juventus. Quella che è stata ribattezzata “CR7 day” e che ha infiammato tutti il mondo del calcio italiano. Visite, l’incontro coi tifosi, il pranzo all’interno del J Medical, il passaggio alla Continassa dove ha incontrato i giocatori e Max Allegri. Poi finalmente le prime parole, in mezz’ora di conferenza dove CR7 si è raccontato con la maglia della Juve accanto a lui. In serata anche il post social che ha fatto ancora una volta tremare di gioia tutti i tifosi. E l’avventura del portoghese a Torino e nella Juve non poteva che iniziare nel migliore dei modi.

Domenica, l'atterraggio

Ore 17.40

Con un giorno di anticipo CR7 arriva a Torino: non vede l’ora di cominciare: atterrato a Caselle viene subito immortalato dai social bianconeri: “Welcome to Turin, Cristiano!”. La sua avventura nella Juve ora è ufficialmente iniziata.

Ore 20.45

Cristiano Ronaldo arriva al circolo del Golf de La Mandria. Lì la cena, in terrazzo. Accompagnato da dal team manager bianconero Matteo Fabris. Ha salutato Marotta, Paratici e tutta la dirigenza bianconera, brindando anche con Andrea Agnelli. Come menù vitello tonnato per iniziare, poi la classica caprese e un'insalata di mare. Come primo piatto pasta al pomodoro semplice, poi il pollo come secondo. Vino da bere? Nessuno, soltanto acqua naturale. CR7 rimane a “La Madria” anche per dormire prima del grande giorno.

Lunedì, le visite

Ore 10.00

Con la solita grande puntualità Cristiano Ronaldo è al J Medical per le visite. Test atletici quasi scontati per un campione come lui, che macina record su record e vittorie anche grazie alla stratosferica forma fisica che lo contraddistingue. Ma questo è anche e soprattutto il primo approccio con i suoi nuovi tifosi.

Ore 10.05

CR7 esce dal J Medical e saluta i fan bianconeri, alcuni appostati fuori dal centro dalle 5 di mattina per un posto in prima fila: un autografo, una foto, una stretta di mano. Sono circa in 1500. Il coro che si alza più forte è “Portaci la Champions”. Lui? Risponde cantando “Juve! Juve!”

Ore 12.00

Visite in corso. I social bianconeri mostrano ancora una volta le immagini di quello che sta avvenendo all’interno del J Medical. CR7 sorride, mentre cammina su un tapis roulant in pendenza per le prove sotto sforzo. Tra un test e l’altro CR7 pranzerà lì.

Ore 13.05

Nel frattempo un centinaio di tifosi bianconeri si è spostato all'ingresso del nuovo centro sportivo della Juventus, nell'area della Continassa per attendere Cristiano Ronaldo.

Ore 15.44

Cristiano Ronaldo è appena uscito dal J-Medical in un Jeeppone grigio. Dopo aver abbassato i finestrini, il portoghese ha salutato i tifosi. Ora è diretto al centro sportivo della Continassa dove conoscerà l'allenatore e i suoi nuovi compagni.

Continassa, l’incontro con squadra e mister

Ore 15.56

Cristiano Ronaldo arriva in auto al centro sportivo della Juventus.

Ore 16.29

Alla Continassa, il nuovo centro sportivo costruito con un investimento di 100 milioni di euro, spunta Cristiano Ronaldo in terrazzo col direttore sportivo della Juve Paratici e Jorge Mendes.

Ore 17.00

Cristiano Ronaldo torna a salutare i tifosi. Questa volta senza giacca. Altri applausi e altri cori. E altro gesto di affetto verso un popolo bianconero che ora inizia a realizzare quanto sta accadendo: il giocatore più forte del mondo è arrivato davvero alla Juventus.

Ore 17.10

Nel frattempo nella sala dedicata a Gianni e Umberto Agnelli dell'Allianz Stadium è quasi tutto pronto. Si sta allestendo il tavolo e la "scenografia" per il fuoriclasse portoghese. Più di trecento i posti destinati ai giornalisti provenienti da tutto il mondo: dall'Australia al Nord America.

Ore 17.22

CR7 ha incontrato la squadra. Sturaro, Pjanic, Cancelo, Rugani, e tanti altri. L’abbraccio con Chiellini e la stretta di mano con Allegri. In quel frangente Cristiano Ronaldo si è rivolto al suo nuovo allenatore con una frase che non è sfuggita ai più: "Sto bene, sono pronto a giocare”.

Ore 18.00

Tutti fremono per la prima conferenza stampa del portoghese. Il count down è arrivato a trenta minuti.

La conferenza del secolo

Ore 18.32

Con elegantissimo ritardo di due minuti CR7 entra nella sala Gianni e Umberto Agnelli più popolata che alla vigilia di una finale di Champions League. Ad attendere CR7 e le sue parole c’è tutto il mondo (qui tutte le sue parole). Un’accoglienza mediatica mai vista prima. Dunque, finalmente, Ronaldo esordisce davanti ai microfoni. "La Juventus è una grande squadra, con un grande allenatore: è stata una decisione facile scegliere la Juve, uno dei migliori club al mondo". "Sono ancora molto giovane. La mia è stata una carriera da sogno. Per me è una sfida e sono preparato per questo: andrà benissimo e sono molto fiducioso"."Amo le sfide, la Juventus è una tappa importante per la mia carriera"."Voglio lasciare un segno nella storia della Juve. Sono molto contento per questa sfida"."Lotteremo per tutti i trofei. So che sarà difficile anche in Serie A, non mi piace stare nella comfort zone. La Champions? Lasciamo andare le cose in modo naturale e vedremo dove ci porteranno"."Io sono diverso dagli altri”. "Comincerò ad allenarmi il 30 luglio, voglio essere a disposizione per la prima di campionato”. "Ho vinto la Champions al Manchester e al Real, perché non qui..."

Ore 18.58

Finisce la conferenza stampa di CR7. Accanto a lui il solo Paratici, un ruolo di spicco per chi ha fiutato questa trattativa prima di tutti. Dunque le foto, con la nuova maglia che, senza alcuna sorpresa, è ovviamente la numero 7. Con dirigenti e il presidente Agnelli. Con Mendes e con la famiglia. Ronaldo inizia così la sua storia alla Juventus.

Ore 20.35

Già impazziti e probabilmente anche ubriachi di gioia, i tifosi bianconeri possono nuovamente gongolare aprendo i profili social di Cristiano Ronaldo: “Forza Juve! #FinoAllaFine” - scrive il portoghese. È più di un sogno.

Ore 23.15

A “Calciomercato-l’Originale” va in onda l’intervista esclusiva di Sky Sport fatta da Alessandro Alciato a Cristiano Ronaldo. “L'applauso dei tifosi juventini allo Stadium, dopo il gol in rovesciata, ha fatto la differenza. Darò il massimo per aiutare la squadra a vincere molti trofei”. Finisce qui la giornata che tutti ricorderanno. CR7 è della Juve. Alla sveglia di domani mattina non sarà stato solo un sogno. È realtà. E il bello deve ancora venire.

I più letti