Buffon: "Futuro? In 2-3 giorni deciderò. Possibile un ritorno alle origini"

Calciomercato

Lo storico portiere della Nazionale conferma la sua intenzione di continuare a giocare almeno per un'altra stagione: "Ho sul tavolo proposte allettanti da parte di squadre che giocheranno la Champions da protagoniste e c'è l'ipotesi di un ritorno alle origini". Sarebbe il Parma, la soluzione al momento più probabile.

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

La storia infinita di Gianluigi Buffon continua. E' lo stesso portiere, a margine della conferenza stampa di presentazione della Buffon Football Academy a Marina di Pietrasanta, a confermare la sua decisione di proseguire la propria carriera in esclusiva ai microfoni di Sky Sport: "Avevo bisogno di una quindicina di giorni per fermarmi e mettere le cose sul tavolo, per capire se ritirarmi oppure no. Questa risposta ce la siamo data e continuerò almeno un altro anno. Le proposte che ho sul tavolo sono allettanti, da parte di squadre che giocheranno la Champions League da protagoniste. Ho scartato l'idea di poterla vincere con ruolo da secondo, perchè questo ruolo appartiene solo alla Juventus. Altrimenti c'è la possibilità di un ritorno alle origini, che sto prendendo in considerazione come le altre ipotesi. Domani incontrerò il mio procuratore Silvano Martina e nel giro di 2-3 giorni prenderò la decisione definitiva. Voglio mettere sulla bilancia tutti questi ingredienti e capire quale pesa di più". Il ritorno alle origini è un chiaro riferimento al Parma, squadra nella quale ha militato dal 1995 al 2001. Al momento quella del ritorno in gialloblù è l'ipotesi più concreta, con un contratto biennale (con possibile via d'uscita dopo una stagione, qualora decidesse di non proseguire la propria avventura) che dovrebbe essere firmato nei prossimi giorni. Le alternative portano a Barcellona e Besiktas.

"Allegri è una garanzia, può fare la differenza"

leggi anche

Buffon resta in Italia: vicino il ritorno al Parma

Inevitabile non parlare di Juventus, club che Buffon ha lasciato dopo 20 anni di permanenza (intervallati da una stagione al Psg). Bianconeri che ripartiranno dopo due stagioni da Massimiliano Allegri in panchina, una scelta che Buffon commenta così: "Penso che la Juventus abbia attuato un inizio di rivoluzione con le scelte di Sarri e Pirlo. Se dopo due stagioni si è pensato che non andasse più bene, a quel punto la scelta di Allegri dà grandissime garanzie. Il suo ritorno dopo due stagioni può fare solo bene all'ambiente, il mister arriverà molto carico e con grande voglia di rivincita. Allegri quando è incentivato può fare davvero la differenza".

"Donnarumma può scrivere la storia, al Psg farà bene"

leggi anche

Donnarumma vicino al Psg: proposta da 60 milioni

A proposito di grandi numero uno della Nazionale, le voci di mercato continuano a occupare anche i pensieri di Gigio Donnarumma. Il portiere azzurro è ormai a un passo dal Paris Saint-Germain, dove dovrà giocarsi il posto con Keylor Navas. Una concorrenza che però non dovrebbe preoccuparlo, secondo il parere di Buffon: "Non mi permetto di entrare nel merito delle scelte di Donnarumma, dobbiamo fidarci di lui. Credo sia un portiere che abbia l'opportunità di scrivere la storia di questo ruolo, vincendo ogni tipo di concorrenza. Ha il futuro davanti a sè e anche se per un anno dovesse giocare a intermittenza, credo che non ci sarebbe nulla da eccepire. Nel momento in cui prendi una strada simile, dai per scontato di giocare in una grande squadra e che il tuo progetto sia a lunga scadenza. Per me il fatto che la carriera possa prendere un certo tipo di indirizzo sarebbe stimolante. Penso che anche Gigio possa vivere con grande entusiasmo questa nuova avventura e possa solo fargli bene".

"Anche questa Nazionale ha una grande difesa"

leggi anche

Donnarumma: "Ancora non abbiamo fatto niente"

Donnarumma che si trova in questi giorni a difendere i pali della Nazionale azzurra agli Europei. E a proposito di grandi difese, impossibile non fare il paragone con la retroguardia quasi impenetrabile (guidata da Buffon) ai Mondiali 2006: "Vedo una grande analogia con il gruppo del 2006, anche se penso che il risultato dipenda dalla bravura di tutte le individualità. La vera differenza è che adesso facciamo tanto possesso palla, mentre noi in alcune gare decidevamo di fare partita difensiva e in porta venivi sollecitato più spesso. Ma la bontà e il valore delle individualità difensive nella nostra Nazionale può fare la differenza. Chiellini e Bonucci sono ancora adesso tra i 3-4 migliori difensori d'Europa".

"Obiettivo dell'Academy far vivere un'esperienza unica"

Infine, un commento sulla Buffon Football Academy, presentata nella giornata di oggi a Marina di Pietrasanta. Un modo per insegnare i propri segreti alle nuove generazioni di portieri e restituire qualcosa al mondo del calcio: "C'è voglia di trasmettere qualcosa a queste nuove generazioni, che intendono fare il portiere. Voglio ridare qualcosina di quello che il calcio mi ha dato, attraverso la mia formazione da professionista. Ho pensato che nessuna soluzione potesse essere migliore che fare un'academy specifica, insegnando la mia metodologia d'allenamento che ho sperimentato in questi 25 anni di attività. L'obiettivo è di far vivere un'esperienza speciale ai ragazzi che stanno partecipando, rendendoli felici nel fargli provare qualcosa di unico"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche