Formula 1, Ferrari. Mattia Binotto: "Valutiamo l'ipotesi di correre anche a gennaio"

#casaskysport

Il team principal della Ferrari è stato ospite di #CasaSkySport: "Vettel e Leclerc si tengono in forma a casa, si allenano costantemente. In Australia la nostra scuderia non avrebbe corso in qualunque caso. Il tema del calendario è cruciale, valutiamo diverse ipotesi, tra cui cancellare le prove libere o correre alcuni GP a gennaio"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

La stagione della Formula 1 è attualmente ferma a causa della pandemia coronavirus. Dopo il rinvio del GP di Baku, la prima gara al momento in programma è il GP del Canada, previsto a Montreal il 14 giugno. Tutti i protagonisti rimangono a casa, come Mattia Binotto, nel rispetto delle norme: “In questa situazione dobbiamo essere responsabili e non uscire”, spiega il team principal della Ferrari, ospite di #CasaSkySport. “Sono giornate diverse dall’ufficio, iniziano comunque alle 8 del mattino, lavoro al computer, ma almeno pranzo e cena in famiglia, una bella cosa”. 

"Vettel e Leclerc si tengono in forma a casa"

La tradizionale routine di lavoro in casa Ferrari è stata stravolta dall’emergenza Covid-19, come racconta Binotto: “La nostra scuderia sta vivendo una situazione particolare, dopo l’Australia abbiamo chiuso la fabbrica, siamo in un periodo di shutdown (chiusura aziendale, ndr), lavoriamo soltanto in smart working tramite il computer. I piloti li sento quasi quotidianamente, parliamo al telefono e ci vediamo tramite videochiamate, Vettel e Leclerc si tengono in forma a casa, si allenano costantemente”.

"In Australia la Ferrari non avrebbe corso in qualunque caso"

La stagione della Formula 1 doveva iniziare come di consueto in Australia, ma il GP è stato cancellato a causa del coronavirus dopo un lungo tira e molla: “La notte prima del GP d’Australia è stata caratterizzata da tante discussioni, la nostra decisione era di non partecipare: la Ferrari non avrebbe corso in qualunque caso. La salute è al primo posto. Quando la notizia di non correre a Melbourne è diventata ufficiale, ci siamo organizzati per tornare a casa il prima possibile”.

"Valutiamo ipotesi di cancellare le prove libere"

Tra cancellazioni e rinvii, il calendario ufficiale della Formula 1 subirà ancora modifiche: “Ci sentiamo con gli altri team principal e con la Fia, sono momenti decisivi – sottolinea Binotto –. Il tema del calendario è cruciale, per lo sport, per lo spettacolo, ma anche per i team, per gli organizzatori. Abbiamo deciso di dare totale libertà alla Fia di mettere in piedi appena possibile un calendario per tornare a correre, la disponibilità da parte nostra c’è. Valutiamo diverse ipotesi: disputare dei Gran Premi ravvicinati, si può anche pensare di fare due-tre gare a gennaio, consideriamo anche l’ipotesi di cancellare le prove libere. Per quanto riguarda il regolamento, bisogna capire se sarà congelato”.

"La Ferrari è la mia vita"

L’ultima domanda per Binotto arriva da un ospite speciale. Si tratta di Felipe Massa, protagonista anche lui di #CasaSkySport. Il brasiliano, da tifoso della Rossa, chiede a che punto è il lavoro in casa Ferrari in vista dell’inizio della stagione: “Difficile dire se la Ferrari cambierà da qui all’inizio del Mondiale, bisognerà capire quando ricomincerà la stagione – spiega Binotto -. La fabbrica è chiusa in questo momento, ma noi stiamo facendo il possibile anche in questa situazione. Dobbiamo aspettare di ripartire per provare la macchina”. Sul suo ruolo da team principal della Rossa, Binotto aggiunge: “Questo ruolo è un onore per me, ma anche una bella responsabilità. Lavoro da 25 anni in Scuderia Ferrari, è la mia vita”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche