MotoGP Brno: pole di Marquez davanti a Rossi e Pedrosa

MotoGp
Marquez conquista la pole position a Brno (Getty)

Marquez è il protagonista del sabato di Brno. Lo spagnolo conquista la pole in 1:54.981 (vedi tutti i tempi). Secondo posto per Rossi, ("Prima fila fondamentale, sono molto contento") mentre dalla terza casella partirà Pedrosa. 4° Dovizioso (con la vecchia carena), 6° Lorenzo (con la nuova carena). 7° tempo per Vinales: "Qualifica terribile". In Moto2 svetta Pasini, in Moto3 Rodrigo conquista la sua prima pole

IL RACCONTO DELLA DOMENICA DI BRNO

LA GRIGLIA DI PARTENZA

TUTTI I TEMPI - LE CLASSIFICHE - LA GUIDA TV

Il sabato di Brno ha avuto un protagonista assoluto. Marc Marquez domina la terza e la quarta sessione di Libere, ma riesce soprattutto a conquistare la pole position del GP della Repubblica Ceca (vedi tutti i tempi). La Honda è riuscita a valorizzare al meglio l'esperienza maturata nei test, piazzando Marquez in testa con 1:54.981. A brevissima distanza c'è Rossi. Valentino partirà secondo, dopo aver chiuso con un distacco minimo di +0.092: "Prima fila fondamentale, sono molto contento". Terza casella per l'altra Honda ufficiale, quella di Pedrosa (+0.138). In seconda fila ci sono le due Ducati ufficiali: 4° Dovizioso (con la vecchia carena), 6° Lorenzo (con la nuova carena). 7° tempo per Vinales: "Setup sbagliato, dobbiamo lavorare di più". Giorno sfortunato per Iannone, costretto a ritirarsi a metà del Q1: la sua Suzuki è tornata ai box con uno strano fumo che fuoriusciva dalla moto. Debutto con la nuova carena per la Ducati di Petrucci nel corso delle prove libere (qui tutte le immagini).

Lo stile di Marc

Non si capisce se faccia più impressione il numero record delle pole, 69, o il modo in cui le conquista. Marc Marquez ha uno stile tutto suo per andare forte, inimitabile, ma evidentemente molto efficace. Solo terzo Dani Pedrosa, velocissimo in tutto il fine settimana con le gomme più dure, ma alla fine è Marquez a mettersi dietro tutti. I test privati di due settimane fa hanno aiutato molto, anche sul passo gara in cui i due piloti della Honda hanno primeggiato ma attenzione a Valentino Rossi secondo in griglia a soli 92 millesimi dalla pole. Non proprio una sorpresa perché alla fine di ogni sessione Rossi si è sempre sentito competitivo, lo sviluppo della M1 con il nuovo telaio sta funzionando più per lui che per Vinales, settimo staccato di 6 decimi, e un po’ perso nei set up provati in pista, quasi avesse smarrito quella sicurezza mostrata a inizio stagione. Molto più costante Andrea Dovizioso con il quarto tempo a quasi mezzo secondo da Marquez, un distacco che in realtà è rimasto lo stesso tra le terza sessione di prove libere e la qualifica e che comunque non toglie ottimismo per la gara al pilota italiano. Prova convincente anche per Jorge Lorenzo, sesto, da quando ha adottato la nuova carena ha cambiato decisamente passo. L’anteriore è un po’ più stabile e soprattutto ha dato più confidenza al pilota spagnolo che deve confermare questa crescita anche in gara soprattutto se pioverà come sembra, una condizione in cui Lorenzo ha dimostrato di essere molto competitivo.

Ducati, il punto sulla nuova carena

Lorenzo è entrato in pista ancora con la nuova carena provata già venerdì. Questo il commento dello spagnolo: "La prova è stata positiva, siamo migliorati su molti punti, siamo riusciti a portare quel peso in avanti che serve per avere più fiducia. Sicuramente c’è anche qualche punto negativo, come ad esempio nel rettilineo, ma in generale sono contento". Nelle Libere 3 è toccato a Petrucci provare la nuova carena. Guidotti, Team Manager Pramac: "A Misano avevamo fatto una ventina di giri, non di più, ma le sensazioni erano state buone. Danilo era partito con questa versione, poi aveva provato quella più leggera e se avesse dovuto scegliere avrebbe scelto l'altra versione, quella che ha adottato Lorenzo. Qui, però, facciamo un lavoro di comparazione su una pista diversa in condizioni di gara, poi sceglieremo con quale andare avanti". Polemiche intorno alla nuova carena Ducati? La risposta di Ciabatti: "Pensiamo di avere interpreato il regolamento ed essere perfettamente in linea. Le carene sono state omologate prima di essere utilizzate qua". Intanto la Ducati fa sapere che Andrea Dovizioso inizierà a lavorare sulla nuova carena a partire da lunedì prossimo. Desmodovi potrebbe quindi usare la nuova carena in Austria, dove la novità (che ricorda tanto le "alette") potrebbe dargli un vantaggio concreto.

Marquez domina FP3 e FP4

Marquez si conferma fortissimo a Brno. Dopo aver conquistato le terze Libere, lo spagnolo risulta il più veloce anche nella quarta sessione con 1:56.429. Alle sue spalle si piazza Folger, davvero vicinissimo, ad appena +0.009, mentre al terzo posto c'è Rossi a +0.018. Valentino è apparso in grande forma, con un passo gara convincente anche in condizioni di asciutto come quelle di stamattina (con un sole a picco per tutta la giornata). Quarto tempo per Lorenzo (+0.186), che ha girato con la nuova carena Ducati versione "Dart Fener". 5° Pedrosa, 7° Vinales, 8° Dovizioso, soltanto 12° Petrucci (con la nuova carena Ducati). Marquez era stato il migliore anche nelle terze Libere: con il tempo di 1'55.370 in Repubblica Ceca l'attuale leader della classifica piloti di MotoGP si impone davanti al compagno di scuderia Dani Pedrosa (1'55.541), in testa per quasi tutta la sessione. Nel finale grande cavalcata verso la vetta di Valentino Rossi, che riesce a piazzare la sua Yamaha al terzo posto (1'55.758), quarto Maverick Vinales (1'55.773).

Moto2, guizzo di Pasini

Pasini continua a sorpendere in Moto2. Mattia conquista la sua prima pole position a Brno, piazzandosi davanti a tutti con il tempo di 2:02.611. Oliveira è molto vicino al pilota italiano (appena +0.032 di distacco). Terza casella per Morbidelli a +0.050. Quarto posto per Bagnaia a +0.075. VIDEO: GLI HIGHLIGHTS

Moto3, prima pole di Rodrigo

Sarà un sabato indimenticabile per Gabriel Rodrigo. L'argentino conquista a sorpresa la prima pole della sua carriera con un ottimo tempo (2:08.571). Molto bene Fenati, che chiude secondo a +0.150. Terza casella in griglia per Guevara (+0.303). Bulega si riprende dopo la caduta: partirà 5°. VIDEO: GLI HIGHLIGHTS

Moto3, Martin ritorna in Austria

Jorge Martin, pilota della Del Conca Gresini Moto3, dopo aver avuto l'ok dai medici ed essere rientrato sull'asfalto nelle prime Libere di Brno (a terra al Sachsenring, si era fratturato la caviglia destra), è costretto a rinunciare alla gara: "Sento troppo dolore, punto a tornare in Austria (GP in programma il 13 agosto), nelle prime due Libere ho fatto troppa fatica".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche