MotoGP, GP Malesia: da Tardozzi a Guidotti, che strigliata per Redding

MotoGp
Scott Redding, pilota della Pramac (foto getty)

Nel corso delle Libere in Malesia, Francesco Guidotti ha commentato la scelta di Redding, che ha duellato con Dovizioso in Australia fino a sottrargli due punti: "Ha perso un'occasione per fare il signore". Davide Tardozzi rincara la dose: "Scott non doveva ostacolare Andrea". La gara domenica alle 8.00 in diretta su Sky Sport MotoGP HD (canale 208) e su Sky Sport 1 HD (canale 201)

IL RACCONTO DELLE ULTIME LIBERE E DELLE QUALIFICHE

DA TARDOZZI A GUIDOTTI, CHE STRIGLIATA PER REDDING

I TEMPI LE CLASSIFICHE

MALESIA, MARQUEZ VINCE SE...

LA CRONACA DELLE LIBERE 1 E 2

Il caso Scott Redding è ancora al centro dell’attenzione in casa Ducati, dopo il comportamento del 24enne britannico a Phillip Island. Il pilota della Pramac (che l’anno prossimo correrà in sella all’Aprilia) non aveva esitato a duellare con Andrea Dovizioso nel corso del GP d’Australia, fino a togliere due punti a DesmoDovi, in un momento delicato visto il testa a testa con Marc Marquez per il titolo mondiale. In occasione delle prove libere in Malesia, Francesco Guidotti (team manager Pramac) ha commentato così la scelta di Redding: "Nelle gare di moto il gioco di squadra è sempre un cosa delicata. Dovizioso non ha bisogno del nostro aiuto, è arrivato davanti a noi oltre 16 volte, è più lui che ci può aiutare, vedendo i suoi risultati e la sua carriera. Io comunque ho la mia idea su Scott Redding. Se tu ti poni in una determinata posizione quando si parla di questo argomento, allora poi dovresti essere coerente in pista con quello che hai detto. Nessuno ha dato ordini, in una direzione o in un’altra. Ducati non ci ha dato ordini di squadra, non ci ha dato indicazioni da seguire. Redding si era posto in una condizione di aiutare Dovizioso, ma poi in pista non lo ha fatto. Non cade il mondo, Scott ha tolto uno o due punti ad Andrea, ma si contraddice quando afferma ‛C’era poca differenza, quindi ho preferito fare la mia gara, devo pensare alla mia carriera’. Tu alla tua carriera ci pensi se c’è un risultato in ballo, come un podio o una vittoria, allora in quel caso sarebbe stato più difficile rinunciare… Ma così Redding, secondo me, ha perso un’occasione per fare il signore".

Tardozzi: "Redding non doveva ostacolare Dovizioso"

Nel corso delle prove libere di Sepang, Davide Tardozzi ha chiarito la posizione della Ducati sul caso Redding: "Non è vero che è stato mandato un messaggio a fine gara a Redding di lasciare passare Dovizioso. È vero, invece, che è stato mandato un messaggio a inizio gara, quando era evidente che Dovizioso stava andando più veloce degli altri, compreso Redding: il messaggio era di non ostacolare Dovizioso, e non di arrivare dietro Dovizioso"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche