MotoGP, le prove libere del GP di Valencia 2017: Lorenzo è il più veloce, 3° Dovizioso, 5° Marquez, 9° Rossi

MotoGp
Jorge Lorenzo è il più veloce nelle prove libere di Valencia (foto getty)

Lorenzo è il più veloce nelle Libere di Valencia (1:30.640) davanti a Pedrosa (+0.122) e Dovizioso (+0.309). Quinto tempo per Marquez (+0.603), nono Rossi (+0.848). Oliveira domina in Moto2, Martin svetta in Moto3, brutto incidente per Bulega

CLICCA QUI PER SEGUIRE IL SABATO DI VALENCIA LIVE

LA PROGRAMMAZIONE - LA CLASSIFICA

CHI VINCE IL MONDIALE? LE COMBINAZIONI

La Ducati sapeva di dover dare il massimo a Valencia per provare a conquistare il titolo mondiale con Dovizioso. Eppure il ducatista più veloce nelle prove libere non è stato DesmoDovi, ma il suo compagno di team Jorge Lorenzo. Lo spagnolo chiude in testa il venerdì con 1:30.640, davanti a Pedrosa (+0.122) e Dovizioso (+0.309). Quinto tempo per Marquez (+0.603), 9° Rossi (+0.848). Male Vinales: lo spagnolo della Yamaha, in base alla classifica combinata, chiude il suo venerdì al 12esimo posto. La gara di Valencia scatta domenica alle 14: potrete seguirla in diretta su Sky Sport MotoGP HD (canale 208), su Sky Sport 1 HD (canale 201) e su skysport.it con il Live-blog.

La classifica combinata

 

Marquez a terra

Brivido per Marc Marquez, negli ultimi minuti della seconda sessione di prove libere: lo spagnolo ha rischiato troppo, finendo a terra. Fortunatamente una scivolata senza conseguenze.

 

Dovi: "Honda più veloci, ma sono partito bene"

"Non siamo in linea con le due Honda, ma siamo partiti con le due gomme usate della mattina quindi i tempi finali delle seconde Libere non erano male. Dobbiamo cercare di guidare più fluidi, non posso essere soddisfatto del feeling che ho con la moto in questo momento, Marquez e Pedrosa hanno dimostrato di avere un passo migliore per la gara, ma abbiamo ancora margine per migliorare, lavorando sia sull'elettronica che sulla ciclistica, quindi sono fiducioso. L'importante è essere davanti, poi possiamo lavorare sui dettagli".

 

Rossi: "C'è ancora tanto su cui lavorare"

"Nel primo turno abbiamo fatto fatica, anche perché non ho messo la gomma nuova. Nel pomeriggio invece siamo migliorati, nell'ultimo run non sono andato malissimo, concludendo al nono posto. Di sicuro c'è ancora tanto da lavorare. È una pista difficile, fa tanto freddo e abbiamo poco grip, con la nostra M1 soffriamo più degli altri. Dobbiamo migliorare in tutti i punti, soprattutto in frenata".

 

Vinales: "Non sappiamo cosa stia succedendo"

"Per me è molto difficile capire la situazione. Io sto facendo il mio massimo, non posso fare di più, anche il team sta provando a fare il massimo, non sappiamo cosa stia succedendo. C'è molta voglia di finire il campionato, di fermarci già e ricominciare nel 2018. La moto non si può guidare bene, non riesco a frenare tardi e ad andare forte in curva. Questo telaio ci ha dato tanti problemi. Proveremo a migliorare, ma sarà difficile. La media lavora meglio, sabato lavoreremo con questa gomma e vediamo cosa possiamo fare".

Così le Libere 1

A Valencia la prima sessione di prove libere, svolta sull'asciutto, si è conclusa con molte sorprese. Il più veloce è Andrea Iannone in 1:31.045. Dietro al pilota della Suzuki ci sono altri due nomi che non ti aspetti: Miller (+0.312) e Pol Espargaro (+0.393), Dovizioso chiude con il quarto tempo (+0.431) con un leggero vantaggio su Marquez, che termina la sessione al 5° posto a +0.466 da Iannone. Male le Yamaha ufficiali, 6° Vinales (+0.705) e 18° Rossi (+1.493).

Moto2, domina Oliveira

Miguel Oliveira è il più veloce sia nella prima sia nella seconda sessione di prove libere. Il portoghese chiude in testa con 1:35.802 davanti a Bagnaia (+0.057) e Binder (+0.208). Settimo tempo per Morbidelli (+0.444).

Moto3: Martin il più veloce, brutto incidente per Bulega

Martin è il più veloce nelle Libere di Moto3. Lo spagnolo chiude la seconda sessione in testa con 1:39.209, davanti a Canet (+0.396) e Guevara (+0.667). Quarto tempo per il campione del mondo Mir (+0.755). Brutta caduta per Bulega al termine della seconda sessione: Antonelli scivola dopo un high side, il pilota dello Sky Racing Team VR46 centra la moto del connazionale e finisce a terra. Portato subito all'ospedale di Valencia, Bulega ha subito una lussazione alla caviglia destra: necessario l'intervento chirurgico, la sua stagione finisce in anticipo.

La classifica

Fino all'ultima curva: il Mondiale 2017 di MotoGP si decide nel 18esimo e ultimo Gran Premio della stagione, che si corre questo weekend a Valencia. A darsi battaglia per il titolo sono Marc Marquez (leader della classifica) e Andrea Dovizioso (lontano appena 21 punti). Per realizzare il proprio sogno Dovi deve vincere e sperare che lo spagnolo non vada oltre la 12esima posizione. Non è la prima volta che da quando, nel 2002, è stata introdotta la MotoGP, il Mondiale si decide all'ultima gara: è già accaduto nel 2006 (in lotta Rossi e Hayden), nel 2013 (con Marquez e Lorenzo) e nel 2015 (con Rossi e Lorenzo). In due delle tre precedenti occasioni c'è stato un sorpasso decisivo, sempre ai danni di Rossi, nel 2006 da Hayden e nel 2015 da Lorenzo. Nel 2013, invece, unica volta in cui è stato coinvolto, Marquez è riuscito a conservare la leadership.

 

Il circuito

Come nelle 18 precedenti edizioni si correrà sul Circuito di Cheste, nei pressi di Valencia, intitolato a Ricardo Tormo, pilota iberico nato nel 1952 e due volte Campione Mondiale della classe 50, scomparso prematuramente nel 1998 a causa di una leucemia. Il circuito misura 4005 metri e presenta 14 curve: 9 a sinistra e 5 a destra. Il rettilineo più lungo misura 876 metri.

 

Dati e curiosità

  • A Valencia, Marc Marquez potrebbe conquistare il suo quarto Mondiale in MotoGP, eguagliando quanto fatto nell'allora classe 500 da Hailwood, Surtees, Duke e Lawson. Pochissimi piloti hanno vinto più campionati in top class: Doohan (5 Mondiali), Rossi (7) e Agostini (8). Tra tutte le classi, Marquez salirebbe a 6 Mondiali vinti, eguagliando Geoff Duke e Jim Redman
  • Qualora dovesse farcela invece Andrea Dovizioso, sarebbe il settimo italiano a riuscirci nella top class dopo Masetti (1950 e 1952), Liberati (1957), Agostini (1966-67-68-69-70-71-72-75), Lucchinelli (1981), Uncini (1982) e Rossi (2001-02-03-04-05-08-09). Il titolo del 1972 di Giacomo Agostini, che allora correva su MV Agusta, è inoltre l'ultimo di un pilota italiano su moto italiana nella classe maggiore
  • Andrea Dovizioso ha vinto sei gare in MotoGP nel 2017: ha così battuto il suo record di successi in una stagione (nel 2004, nella classe 125, si impose per cinque volte). Ne ha vinte 7 delle ultime 19 cui ha preso parte.
  • Marc Marquez è partito in pole position ben 72 volte nel Motomondiale. E' il record assoluto, davanti a Lorenzo con 65 e Rossi con 64. Nella sola MotoGP, su 89 GP disputati, Marquez è partito davanti a tutti per ben 44 volte, quasi nella metà delle gare cui ha preso parte.
  •  Il 2° posto conquistato in Australia è stato il podio numero 227 nel Motomondiale per Valentino Rossi. Erano trascorsi ben 7749 giorni dal 4 agosto 1996, quando lo stesso Rossi chiuse 3° in Austria nella classe 125, salendo sul podio per la prima volta in carriera.
  • Sono attualmente 101 i podi conquistati da Marc Marquez nel Motomondiale. E' il nono pilota della storia a superare quota 100 e il più giovane di sempre a farlo, con i suoi 24 anni e 240 giorni. Dei nove piloti del "club dei 100" tre sono italiani (Rossi a 227, Agostini 159 e Biaggi 111), quattro sono spagnoli (Pedrosa a 152, Lorenzo a 148, Nieto a 139 e Marquez a 101) e due britannici (Read a 121 e Hailwood a 112).
  • Marc Marquez, in stagione, è salito a 61 successi nel Motomondiale. Solo cinque piloti nella storia hanno fatto meglio di lui: Lorenzo (65 vittorie), Hailwood (76), Nieto (90), Rossi (115) e Agostini (122).
  • Dani Pedrosa nel 2001 a Valencia è stato terzo in 125, suo primo podio nel Motomondiale.
  • Casey Stoner, primo nel 2011, è l'ultimo pilota non spagnolo ad aver vinto in MotoGP a Valencia.
  •  Partire dalla prima fila è fondamentale in MotoGP a Valencia: l'unico pilota ad aver conquistato la vittoria non scattando in prima fila è Marc Marquez nel 2014 (partito 5°).
  • Danilo Petrucci correrà la sua gara numero 100 in MotoGP e nel Motomondiale. Al suo attivo sinora figurano cinque podi, di cui ben quattro ottenuti nel 2017.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport