MotoGP, GP Austin 2018: la conferenza. Miller: "Rischiamo la vita". Dovizioso: "Questa stagione sarà diversa"

Le parole dei protagonisti del Motomondiale aprono ufficialmente la settimana del GP delle Americhe. Miller prova ad abbassare i toni dopo le polemiche del GP d'Argentina: "Ricordate che noi rischiamo la vita in pista". Dovizioso: "Le ruggini tra Rossi e Marquez ci condizionano". Zarco: "Voglio continuare a sognare"

AUSTIN, VITTORIA DI MARQUEZ

L'ORDINE DI ARRIVO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

MOTO2, TRIONFO DI BAGNAIA

Terzo appuntamento della stagione: il Motomondiale riparte ad Austin, in Texas, con il Gran Premio delle Americhe. Arriva da leader a sorpresa della MotoGP Cal Crutchlow, primo britannico in cima alla classifica della MotoGP dopo 40 anni (nel 1979 a comandare nella top-class era Barry Sheen). Il pilota del Team Honda LCR, che ha vinto davanti a Zarco e Rins l'ultima gara in Argentina, guida la classifica con 3 punti di vantaggio su Dovizioso, che invece ha festeggiato il successo in Qatar nel GP d'apertura del Mondiale. Proprio Crutchlow, Dovizioso e Zarco sono stati tra i protagonisti della conferenza stampa di Austin. Lo spettacolo in pista inizia venerdì con le prime libere e culmina con la gara: semaforo verde domenica alle 21. Per l'occasione, Sky ha preparato un'iniziativa speciale: oltre alla diretta su Sky Sport MotoGP HD (canale 208), sarà possibile seguire le qualifiche e la gara di MotoGP anche in live streaming su skysport.it. Online fino a domenica anche un live blog con il racconto in tempo reale di tutto ciò che succede ad Austin. Ecco le parole dei piloti in conferenza.

1 nuovo post
Zarco: "Spero che le polemiche tra Rossi e Marquez non portino situazioni negative nel nostro Mondiale, magari questa situazione porterà l'occasione a piloti diversi di vincere qualche gara, quindi magari potrebbe essere una situazione positiva per noi"
- di Redazione SkySport24
Dovizioso: "Le ruggini tra Rossi e Marquez condizionano tutti"
- di Redazione SkySport24
Miller: "Si sta sviluppando una situazione strana con tante persone che prendono posizioni diverse... Voglio ricordare la situazione che si verificò tra Simoncelli e Pedrosa. La vita è breve, e noi rischiamo la vita ogni giorno in pista, non ha senso prendere la posizione di uno o di un altro per alimentare la tensione".
- di Redazione SkySport24
Vinales: "Bisogna capire qual è il limite in MotoGP, per capire fino a dove si possono spingere i piloti"
- di Redazione SkySport24
Crutchlow: "Miller è stato coraggioso, ma non è stato sufficientemente premiato per quello che ha fatto in qualifica. Saremmo dovuti partire in pit lane, ma è difficile dire quale sarebbe stata la soluzione migliore in quella partenza. Ma alla fine Miller è stato penalizzato"
- di Redazione SkySport24
Zarco: "Qual è stata la penalità per Rossi quando diede un calcio a Marquez? L'ultimo posto a Valencia, ma era scontato che sarebbe finita al quarto posto. E' una questione tra due piloti, devono trovare una soluzione tra di loro. Bisogna cercare di tenere la situazione sotto controllo, nella race direction ci sono delle brave persone che fanno un gran lavoro, poi dipende anche da noi quando corriamo in pista, dobbiamo essere bravi anche noi a mantenere le condizioni di sicurezza".
- di Redazione SkySport24
Miller: "La race direction ha fatto il miglior lavoro possibile in Argentina. Dobbiamo lavorare per il futuro per mantenere le condizioni di sicurezza al meglio, qualora dovessero ripetersi le stesse condizioni"
- di Redazione SkySport24
Zarco: "L'anno scorso ho chiuso la stagione in crescendo, al momento sto mantenendo questo passo, quindi al momento sono perfettamente in linea con le mie aspettative. Mantenendo questa mentalità fino alla fine della stagione, potrei avere una bella sorpresa a fine anno"
- di Redazione SkySport24
Crutchlow: "Il mio team lavora molto bene, forse anche meglio del team ufficiale, Lucio fa un lavoro straordinario, non ci manca nulla. Sfruttiamo al meglio il materiale che ci fornisce la Honda. La differenza con il team ufficiale? Sono le risorse, è evidente. Però è bello per noi sapere di essere comunque competitivi"
- di Redazione SkySport24
Vinales: "Ogni pilota ha le proprie idee sul concetto di limite, sarà importante incontrarsi in safety commission per parlarne insieme"
- di Redazione SkySport24
Miller: "Bisogna controllare meglio le lotte in pista, siamo qui per gareggiare, ma la lotta va fatta in pista, non sui giornali. Non è bello manipolare la realtà da parte di alcuni giornalisti, e allo stesso modo alcuni piloti devono stare attenti nel rilasciare alcune dichiarazioni"
- di Redazione SkySport24
Dovizioso: "Ci saranno tante idee di cui parlare in safety commission, sarà utile per capire se è il caso di cambiare qualche regola"
- di Redazione SkySport24
Miller: "Sono soddisfatto della gara in Argentina, ho avuto tanta pressione sulle spalle, soprattutto dopo quella partenza anomala. Ma è andata meglio rispetto al Qatar. La gara è stata un po' da esaurimento nervoso, c'è stata tanta confusione con Marquez. Mi sarei preso a calci per l'errore che ho commesso nel finale, ma sono contento di essere rimasto nelle prime posizioni. Abbiamo avuto fortuna in Argentina, altre volte ho corso rischi importanti senza avere la stessa fortuna. Quest'anno però ho una moto competitiva e non si può sottovalutare nessun pilota".
- di Redazione SkySport24
Rins: "Stiamo facendo un bel lavoro, la moto mi dà belle sensazioni, in Argentina abbiamo fatto un weekend perfetto. La moto è migliorata tantissimo rispetto al 2017, quindi siamo sulla strada giusta. Sono molto contento di correre qui, ho dei bellissimi ricordi su questa pista. Dobbiamo cercare di mantenerci su questo livello, lavorando sodo per goderci al meglio la gara".
- di Redazione SkySport24
Vinales: "Abbiamo portato a casa un buon bottino di punti in queste prime gare, ma cercheremo di fare ancora meglio ad Austin. Mi sento ottimista e non vedo l'ora di partire. Ancora non siamo al massimo, non ho trovato un feeling ideale con la moto, ma dobbiamo tenere alta la motivazione, per questo adesso non vedo l'ora di spingere ad ogni curva"
- di Redazione SkySport24
Zarco: "Voglio continuare a sognare, quindi proverò a lottare anche qui ad Austin per il podio. Ho un anno di esperienza in più in MotoGP, ma Austin è un circuito complicato, c'è un primo settore con tanti cambi di direzione, staccate dure, curve molto veloci nell'ultimo settore... Sarà fondamentale trovare le giuste soluzioni con i tecnici, bisogna trovare la strada giusta su cui lavorare... Non mi pongo obiettivi, ma devo sempre scendere in pista con l'idea di vincere".
- di Redazione SkySport24
Dovizioso: "Il sesto posto non è un buon risultato, ma in Argentina siamo stati comunque fortunati perché non avevamo una buona velocità. Miller ha dimostrato che era possibile essere più veloci con una Ducati, quindi dobbiamo migliorare il nostro lavoro. Dobbiamo mantenere la calma e la concentrazione. Questa stagione credo possa essere diversa rispetto all'anno scorso, ci sono tanti piloti competitivi. Austin è una pista particolare, potrà succedere di tutto. Il podio? L'anno scorso abbiamo faticato, ma chissà questa volta..."
- di Redazione SkySport24
Crutchlow: "Ho sempre sostenuto il movimento della MotoGP in Inghilterra, ma servirebbe qualcosa di più nel mio Paese per far crescere questo sport"
- di Redazione SkySport24
Crutchlow: "Le mie aspettative? Cambiano di curva in curva, i programmi cambiano di continuo, anche in base allo sviluppo della moto. Per essere costante, però, devi impegnarti sempre allo stesso livello. Se poi inizi a salire sempre sul podio, allora gli obiettivi diventano altri..."
- di Redazione SkySport24
Crutchlow: "Il mio team ha lavorato benissimo, è un onore per noi avere questi risultati, sono molto felice. Magari sarò decimo a fine stagione, ma per adesso abbiamo fatto un buon lavoro. Non vedo l'ora di correre ad Austin".
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

GP Austin, come vedere la gara in tv

Come seguire la Motogp? Orari e programmazione tv del Gp delle Americhe da Austin (Texas)
- di Redazione SkySport24

Andrea Dovizioso

"Il sesto posto non è un buon risultato, ma in Argentina siamo stati comunque fortunati perché non eravamo molto veloci. Miller ha dimostrato che era possibile essere più veloci con una Ducati, quindi dobbiamo migliorare. Bisogna mantenere la calma e la concentrazione. Questa stagione credo possa essere diversa rispetto all'anno scorso, ci sono tanti piloti competitivi. Austin è una pista particolare, potrà succedere di tutto. Il podio? L'anno scorso abbiamo faticato, ma chissà questa volta... Ci saranno tante idee di cui parlare in safety commission, sarà utile per capire se è il caso di cambiare qualche regola. Le ruggini tra Rossi e Marquez condizionano tutti"

 

Cal Crutchlow

"Il mio team ha lavorato benissimo, è un onore per noi avere questi risultati, sono molto felice. Magari sarò decimo a fine stagione, ma per adesso abbiamo fatto un buon lavoro. Non vedo l'ora di correre ad Austin. Le mie aspettative? Cambiano di curva in curva, i programmi cambiano di continuo, anche in base allo sviluppo della moto. Per essere costante, però, devi impegnarti sempre allo stesso livello. Se poi inizi a salire sempre sul podio, allora gli obiettivi diventano altri... Ho sempre sostenuto il movimento della MotoGP in Inghilterra, ma servirebbe qualcosa di più nel mio Paese per far crescere questo sport. Il mio team lavora molto bene, forse anche meglio del team ufficiale, Lucio fa un lavoro straordinario, non ci manca nulla. Sfruttiamo al meglio il materiale che ci fornisce la Honda. La differenza con il team ufficiale? Sono le risorse, è evidente. Però è bello per noi sapere di essere comunque competitivi. Miller è stato coraggioso, ma non è stato sufficientemente premiato per quello che ha fatto in qualifica. Saremmo dovuti partire in pit lane, ma è difficile dire quale sarebbe stata la soluzione migliore in quella partenza. Ma alla fine Miller è stato penalizzato".

 

Jack Miller

"Sono soddisfatto dalla gara in Argentina, ho avuto tanta pressione sulle spalle, soprattutto dopo quella partenza anomala. Ma è andata meglio rispetto al Qatar. La gara è stata un po' da esaurimento nervoso, c'è stata tanta confusione con Marquez. Mi sarei preso a calci per l'errore che ho commesso nel finale, ma sono contento di essere rimasto nelle prime posizioni. Abbiamo avuto fortuna in Argentina, altre volte ho corso rischi importanti senza avere la stessa fortuna. Quest'anno però ho una moto competitiva e non si può sottovalutare nessun pilota. Bisogna controllare meglio le lotte in pista, siamo qui per gareggiare, ma la lotta va fatta in pista, non sui giornali. Non è bello manipolare la realtà da parte di alcuni giornalisti, e allo stesso modo alcuni piloti devono stare attenti nel rilasciare alcune dichiarazioni. Si sta sviluppando una situazione strana con tante persone che prendono posizioni diverse... Voglio ricordare la situazione che si verificò tra Simoncelli e Pedrosa. La vita è breve, e noi rischiamo la vita ogni giorno in pista, non ha senso prendere la posizione di uno o di un altro per alimentare la tensione".

 

Johann Zarco

"Voglio continuare a sognare, quindi proverò a lottare anche qui ad Austin per il podio. Ho un anno di esperienza in più in MotoGP, ma Austin è un circuito complicato, c'è un primo settore con tanti cambi di direzione, staccate dure, curve molto veloci nell'ultimo settore... Sarà fondamentale trovare le giuste soluzioni con i tecnici, bisogna trovare la strada giusta su cui lavorare... Non mi pongo obiettivi, ma devo sempre scendere in pista con l'idea di vincere. L'anno scorso ho chiuso la stagione in crescendo, al momento sto mantenendo questo passo, quindi al momento sono perfettamente in linea con le mie aspettative. Mantenendo questa mentalità fino alla fine della stagione, potrei avere una bella sorpresa a fine anno. Qual è stata la penalità per Rossi quando diede un calcio a Marquez? L'ultimo posto a Valencia, ma era scontato che sarebbe finita al quarto posto. E' una questione tra due piloti, devono trovare una soluzione tra di loro. Bisogna cercare di tenere la situazione sotto controllo, nella race direction ci sono delle brave persone che fanno un gran lavoro, poi dipende anche da noi quando corriamo in pista, dobbiamo essere bravi anche noi a mantenere le condizioni di sicurezza".

 

Maverick Vinales

"Abbiamo portato a casa un buon bottino di punti in queste prime gare, ma cercheremo di fare ancora meglio ad Austin. Mi sento ottimista e non vedo l'ora di partire. Ancora non siamo al massimo, non ho trovato un feeling ideale con la moto, ma dobbiamo tenere alta la motivazione, per questo adesso non vedo l'ora di spingere ad ogni curva. Ogni pilota ha le proprie idee sul concetto di limite, sarà importante incontrarsi in safety commission per parlarne insieme. Bisogna capire qual è il limite in MotoGP, per capire fino a dove si possono spingere i piloti"

 

Alex Rins

"Stiamo facendo un bel lavoro, la moto mi dà belle sensazioni, in Argentina abbiamo fatto un weekend perfetto. La moto è migliorata tantissimo rispetto al 2017, quindi siamo sulla strada giusta. Sono molto contento di correre qui, ho dei bellissimi ricordi su questa pista. Dobbiamo cercare di mantenerci su questo livello, lavorando sodo per goderci al meglio la gara".

I più letti