MotoGP, è ufficiale: Andrea Iannone ha firmato, sarà in Aprilia dal 2019

MotoGp

Andrea Iannone lascia la Suzuki per passare dal prossimo anno in Aprilia, come ufficializzato dal team italiano attraverso un comunicato. Farà coppia con Aleix Espargaró

LORENZO IN HONDAIL RETROSCENA - L'UFFICIALITÀ

PETRUCCI IN DUCATI

Completato anche l'ultimo tassello: attraverso un comunicato Aprilia ufficializza l'arrivo di Andrea Iannone, che sarà in sella alla RS-GP nelle stagioni MotoGP 2019 e 2020 affiancando il confermato Aleix Espargaró. "Il ritorno di un pilota italiano con Aprilia è di grande orgoglio per il Gruppo Piaggio e onora la lunga tradizione di grandi campioni e indimenticabili successi della casa di Noale che ha fatto crescere quasi tutti i migliori talenti italiani nella storia recente del Motomondiale", si legge nella nota del team italiano, "Aprilia Racing aggiunge così un elemento importante di crescita al suo ambizioso progetto - il più giovane della MotoGP - condotto da un reparto corse molto giovane ma esperto e talentuoso, punta tecnologica avanzata ed espressione di un grande gruppo industriale totalmente italiano. La coppia Iannone-Espargaró rappresenta infatti una delle combinazioni più veloci in MotoGP, è in grado di assicurare grande competitività e un livello tecnico di assoluta eccellenza, per ridurre ulteriormente il gap dalla vetta della classifica".

Romano Albesiano, Aprilia Racing Manager: "Segno di impegno crescente del team"

"Con Iannone arriva un pilota pieno di talento e veloce che anche in questa stagione sta dimostrando il suo valore. Il suo arrivo è il segno del crescente impegno del Gruppo Piaggio e di Aprilia nel programma MotoGP", dichiara Albesiano, "Nel quale la nostra moto ha già dimostrato di poter contare su basi tecniche valide. Ora dobbiamo restare concentrati sulla stagione 2018, a partire dal prossimo GP di Barcellona. Abbiamo una squadra forte, che non ha mai smesso di lavorare duro. Vogliamo continuare a crescere e portare la RS-GP dove merita in questa stagione ancora lunga, con Aleix e con Scott che voglio ringraziare pubblicamente per la sua grande professionalità e per l'impegno sempre di altissimo livello".

Fausto Gresini, Team Manager: "Uno dei più bei connubi della MotoGP"

"Quello tra Iannone e Aprilia sarà un gran bel connubio, uno dei più interessanti della MotoGP e potrà portare grandi risultati. Andrea è un pilota forte, veloce, concreto. Credo che possa dare un grande supporto al team e contribuire allo sviluppo della moto. E poi, inutile negarlo, un pilota italiano su una moto tricolore fa sempre un gran piacere. Benvenuto Andrea, facci divertire!".

I saluti della Suzuki

Nel pomeriggio sul proprio sito la Suzuki aveva ufficializzato la separazione, augurando al pilota abruzzese "tutto il meglio per un futuro brillante e di successo". "Durante le due stagioni insieme Andrea ha giocato un ruolo fondamentale nella crescita e allo sviluppo del progetto MotoGP di Suzuki. Tutta la famiglia Suzuki è incredibilmente grata per il suo aiuto e per i risultati positivi ottenuti durante la collaborazione", si legge nel messaggio della Casa giapponese, che ha confermato "l'appoggio incondizionato fino al termine della stagione, sperando in risultati ancora migliori nelle restanti gare". "La Suzuki - conclude la nota - sta lavorando alla definizione dello schieramento per la stagione 2018/19 a cominciare dal pilota che affiancherà Rins".

MOTOGP: SCELTI PER TE