MotoGP, GP Misano. Gelo tra Valentino Rossi e Marc Marquez in conferenza: "Nessuna stretta di mano"

Rossi si rifiuta di stringere la mano a Marquez nella conferenza di Misano: "Non c'è bisogno, non c'è nessun problema tra di noi, per me le cose vanno bene così". Marc ribadisce: "Io non ho nessun problema con Valentino". Misano ospiterà la MotoGP per altri tre anni

MISANO, TRIONFO DI DOVIZIOSO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Fare la pace non serve, perché non c'è nessuna guerra. Il duello infinito tra Valentino Rossi e Marc Marquez continua tra sfide, liti, colpi bassi e battute al veleno. A scrivere l'ultimo capitolo è stato Valentino, in occasione della conferenza dei piloti a Misano. Il pilota della Yamaha non ha ancora dimenticato le polemiche dopo lo scontro con Marquez nel GP d'Argentina. Nella sala stampa di Misano i due sono seduti fianco a fianco. Il pesarese della Yamaha rifiuta di stringere la mano del rivale della Honda: "Fare la pace con Marquez? Non saprei, mi è sembrata un po' strana la sua intervista perché tra di noi non c'è nessun problema, per me le cose vanno bene così". Per Rossi non c'e' bisogno di fare la pace perché sostanzialmente non c'è nessun conflitto in corso con Marquez. Eppure, quando viene proposto ai due rivali di stringersi la mano, Valentino rifiusta la stretta con Marc. "Per me va bene stringere la mano a Rossi - sottolinea Marquez - La situazione è questa, cosa posso dire? Non ho nessun problema con lui, io gareggio lo stesso". Rossi ha aggiunto: "Non c'è bisogno di stringere la mano a Marquez, non c'è nessun problema tra di noi". La sfida  tra i due si sposterà dalla conferenza alla pista, un duello che richiamerà a Misano nel weekend tantissimi tifosi. Marquez comanda la classifica piloti con 59 punti di vantaggio su Rossi. Dopo la conferenza ha iniziato a piovere su Misano: c'è il rischio che il maltempo possa condizionare anche questo weekend del Motomondiale. Intanto Misano ha chiuso un accordo importante: ospiterà la MotoGP per altri tre anni.

1 nuovo post
Alla conferenza stampa dei piloti saranno presenti Marquez, Lorenzo, Rossi, Dovizioso, Iannone e Bagnaia

 
- di Redazione SkySport24
Arriva l'annuncio ufficiale: Misano ospiterà la MotoGP per altri tre anni
 
 
- di Redazione SkySport24
Tra poco inizia ufficialmente la settimana di Misano con la conferenza piloti!
- di Redazione SkySport24
Non solo i bolidi della MotoGP: immancabili nel paddock di Misano gli scooter di tutti i tipi
 
 
- di Redazione SkySport24
Inizia a spuntare qualche nuvola sopra il circuito "Marco Simoncelli"
 
 
- di Redazione SkySport24
L'hospitality della Ducati a Misano
 
 
- di Redazione SkySport24
Il caos di Silverstone è ormai alle spalle. Il GP della Gran Bretagna, cancellato a causa del maltempo e di una riasfaltatura a dir poco discutibile, ha lasciato negli appassionati del Motomondiale una voglia matta di rivedere i piloti in pista. Non c’è quindi migliore gara in questo momento come quella di Misano per soddisfare la sete di MotoGP dei tifosi. Non potendo considerare la gara di Silverstone, per analizzare la situazione del Mondiale dobbiamo risalire al GP d’Austria, vinto da Lorenzo davanti a Marquez e Dovizioso. In classifica comanda sempre lui: Marquez è in testa con 59 punti di vantaggio su Valentino Rossi e 71 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo. Andrea Dovizioso è al quarto posto, staccato di 72 punti dal campione della Honda. L’appuntamento del Mugello rappresenta l’occasione perfetta per Rossi e Dovizioso per provare a recuperare terreno su Marquez, sfruttando l’entusiasmo e il calore dei propri tifosi. Il GP di San Marino e della Riviera di Rimini partirà ufficialmente alle 17 con la conferenza stampa dei piloti, in cui saranno presenti Marquez, Lorenzo, Rossi, Dovizioso, Iannone e Bagnaia. A seguire Paddock Live Show condotto da Vera Spadini, con Guido Meda che intervista Rossi in esclusiva. Alle 18:30 appuntamento con Talent Time, con un ospite speciale: Dovizioso. Per non perdere nulla della settimana di Misano è sufficiente seguire Sky Sport MotoGP (canale 208), il sito skysport.it e l’app di Sky Sport.
- di Redazione SkySport24
Tolta la Ducati, nessuna altra casa nel 2018 in MotoGP è stata capace di ottenere una doppietta. L’ultima della Honda risale ad Aragon 2017, con successo di Marquez davanti a Pedrosa. L’ultima della Yamaha è invece quella di Le Mans 2017: primo Vinales, davanti a Zarco.
- di Redazione SkySport24
Già due doppiette Ducati in stagione, arrivate al Mugello e a Brno. Sono diventate 6 totali in MotoGP, con la prima che risale a Valencia 2006, grazie a Bayliss e Capirossi. Quella attuale è la prima stagione in cui la Ducati riesce a ottenere più di una doppietta.
- di Redazione SkySport24
Sono invece 87 i podi di Andrea Dovizioso, 46 dei quali ottenuti in MotoGP. E’ il quarto miglior italiano di sempre nella top class alle spalle di Rossi (196 podi), Agostini (88) e Biaggi (58).
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez è salito a quota 111 podi totali nel Motomondiale: ha così eguagliato Max Biaggi all’ottavo posto all time: qualora riuscisse a salirvi anche a Misano, raggiungerà Mike Hailwood in settima posizione con 112 podi.
- di Redazione SkySport24
Sono così diventate 47 le vittorie in MotoGP di Lorenzo, quarto all time nella storia della top class dietro a Rossi (89), Agostini (68) e Doohan (54). Alle spalle di Lorenzo troviamo Marquez, quinto con 40 successi.
- di Redazione SkySport24
In Austria, è arrivata la vittoria numero 68 nel Motomondiale per Jorge Lorenzo, che ha così “ricacciato” indietro Marc Marquez, fermo a 66. I due sono quinto e sesto nella classifica all time, non lontanissimi dal quarto posto di Hailwood a quota 74.
- di Redazione SkySport24
A Silverstone, nella gara poi non disputata per maltempo, Jorge Lorenzo aveva ottenuto la sua pole numero 67 in carriera. E' secondo all time alle spalle di Marquez (77). In MotoGP è la sua pole numero 41, hanno fatto meglio di lui nella top class solo Doohan, Rossi e Marquez.
- di Redazione SkySport24

I più letti