Moto2, GP Aragon. Vince Binder, secondo Bagnaia che allunga su Oliveira, terzo Baldassarri

MotoGp

Francesco Berlucchi

Vince la Ktm ad Aragon, ma è quella di Binder. Sono 20 punti preziosissimi quelli che conquista invece Bagnaia alla sua gara numero 100 nel Motomondiale: allunga su Oliveira, che conclude settimo, salendo a +19. Terzo Baldassarri

IL GP DI ARAGON GIRO DOPO GIRO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Francesco Bagnaia dalla seconda fila alla sua gara numero 100 nel Motomondiale, Miguel Oliveira dalla sesta. Gli occhi passano dall’uno all’atro, perché ci sono ben 13 posizioni, sulla griglia di partenza, tra i due piloti che giocano il titolo mondiale. Al via, la moto di Bagnaia si scompone non appena il pilota di Chivasso molla la frizione. Lo scatto di Pecco dunque non è perfetto, mentre Brad Binder parte in pole position e riesce ad allungare.

Alex Marquez sorpassa subito Marcel Schrotter e si porta in seconda posizione. Alle loro spalle, c’è già Pecco Bagnaia. Cade Manzi alla curva 4. Nel frattempo, là davanti Marquez sorprende Binder e prova ad agguantare quel successo che gli manca da 343 giorni, ossia dal GP del Giappone della scorsa stagione.

Alla curva 17, Bagnaia infila Schrotter all’interno ed è terzo. Binder va largo e perde terreno su Marquez. Poi lo riprende, e prova subito ad attaccarlo. Ma la bagarre più pericolosa è quella tra Binder e Bagnaia. I due si toccano, Pecco perde l’anteriore, Binder perde l’onboard camera che si schianta al suolo, la Kalex di Bagnaia imbarca ma rimane in pista.

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 viene dunque sorpassato da Baldassarri e perde il contatto con i primi due. Nel giro successivo, Binder riesce invece ad avere la meglio su Marquez e si porta al comando. Anche Lorenzo Baldassarri attacca Marquez, che però gli resiste.

Nel frattempo, Oliveira cerca di limitare i danni e con il sorpasso su Mattia Pasini si porta in settima posizione. Bagnaia però è secondo: il sorpasso su Marquez è perfetto, e lo spagnolo viene superato anche da Balda. Non cambia più nulla: vince Binder, al secondo successo in Moto2 dopo il trionfo al Sachsenring; Bagnaia è secondo, per lui 20 punti preziosissimi su un circuito dove non era mai andato oltre la decima posizione; terzo Baldassarri, che torna sul podio dopo il Mugello. Oliveira, conclude settimo.

«Non ho fatto una buona partenza – commenta Bagnaia – ed è stato complicato recuperare. Poi ho fatto un errore con Binder, ed ho perso terreno. Poteva andare diversamente senza quel tocco. Di solito i piloti non chiudono così in quella situazione, però è giusto che Binder pensi a se stesso. Per recuperare ci ho messo un po’, però sono molto contento del risultato, questi 19 punti di vantaggio (su Oliveira, ndr) sono estremamente positivi per il campionato».

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche