MotoGP, Ducati GP19: la presentazione della nuova moto di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci

Sandro Donato Grosso

La Ducati è il primo team della MotoGP a inaugurare le presentazioni della stagione 2019. Una moto con livrea interamente rossa. Dovizioso: "Ho più fiducia rispetto all'anno scorso". Petrucci: "Non vedo l'ora di cominciare..."

DOVIZIOSO: "HO PIU' FIDUCIA" - PETRUCCI: "GRANDE SQUADRA"

DALL'IGNA: "LOTTEREMO PER IL TITOLO FINO ALLA FINE"

FOTOGALLERY: TUTTE LE IMMAGINI DELLA NUOVA GP19

FOTO: LA LIVREA DELLA YAMAHA 2019 - LA PRESENTAZIONE

Gli elementi ci sono tutti, davvero... A partire dalla squadra che mai come quest'anno ha matrice italiana ed è destinata, obbligata, a lavorare nella stessa direzione tecnica con un'armonia nuova. Il riferimento fatto dal palco da Gigi Dall'Igna, nel giorno dell'esordio di Danilo Petrucci che prende il posto di Jorge Lorenzo, è chiaro e mette sulle spalle dell'esordiente (ternano che si è trasferito a Forlì per lavorare al fianco del nuovo compagno di team), ulteriore responsabilità visto che ha un solo anno di contratto.

Andrea Dovizioso, veterano e caposquadra, mostra invece una serenità figlia della maturità raggiunta ma anche della convinzione che le possibilità per rendere la vita difficile ed in qualche occasione battere Marc Marquez ci sono nella stagione che sta per iniziare così come c'erano negli ultimi due anni quando ha conquistato la medaglia d'argento.

Nella tavolozza degli elementi brilla il rosso inedito di una moto bellissima, raffinata, da far mancare il fiato... Sono elementi stilistici gli inserti in carbonio anche sul serbatoio; richiamano ed ammiccano alla ricerca e sviluppo estremo, alla tecnologia, insomma....concetti ripresi più volte e diventati filo conduttore della presentazione anche perchè in questo ambito, grazie alle qualità di Gigi Dall'Igna e dei suoi ingegneri, la Ducati si sente forte.

Motore evoluto ed ancora più potente, soluzioni aerodinamiche innovative per interpretare al millesimo il regolamento 2019 più restrittivo (vietate le ali modulari) e l'elettronica, che tra i punti di forza è quello universalmente riconosciuto anche dagli avversari.

La presentazione è stata fatta in Svizzera, a Neuchate, in una avveniristica struttura che si chiama Cube, mega centro di ricerca della Phillip Morris dove 400 tra scienziati ed ingegneri pensano alle nuove frontiere dello smoking free (il fumo che fa meno male). Proprio da qui, per una volta lontani da Borgo Panigale, è stato lanciato un claim che attinge dallo slang inglese e recita: "Mission Winnow" . Significato? Selezionare, fare cernita, avere un solo ed unico obiettivo, però attenzione perché se separiamo la parola in due parole diventa "Win Now". Magari cambiano i fattori, ma nella testa degli uomini in rosso c'è un solo pensiero, e tutti sanno qual'è...

1 nuovo post
Claudio Domenicali: "Tutti gli anni sono simili e allo stesso tempo diversi. Ma qualcosa in comune nelle varie presentazioni della Ducati c'è. Il filo conduttore è la passione di chi lavora al progetto e di chi ci supporta da casa. Nei buoni e nei cattivi momenti. La forza di questo gruppo è il fatto di essere stati sempre uniti".
- di Redazione SkySport24
Claudio Domenicali: "Come si battono i giganti della MotoGP? Siamo fortunati, abbiamo un'azienda solida che ci permette di sostenere i nostri investimenti, ma non riusciremmo a crescere nello sviluppo della moto senza il sostegno dei nostri partner. Nel 2019 al nostro fianco ci sarà anche Audi Sport".
- di Redazione SkySport24
Claudio Domenicali: "Vogliamo spingerci oltre i confini, non ci poniamo limiti, non c'è nulla che non si possa studiare, ciò che imparano ogni giorno è ciò che cerchiamo di realizzare ogni giorno lavorando sulle moto".
- di Redazione SkySport24
 
Ora passiamo al vertice della Ducati, all'ad della Ducati, Claudio Domenicali: "Sono molto fiero di essere nel Cube di Neuchatel, sede del nostro partner. Impegno e duro lavoro sono le parole chiave del nostro brand, anche per lo sguardo che rivolgiamo al futuro".
- di Redazione SkySport24
Sul palco sale Miroslaw Zielinski, Presidente dell'area di scienza e innovazione della Philip Morris, che sottolinea l'importanza dello sviluppo del centro di ricerca di Neuchatel. "Vogliamo aprire una nuova era nella collaborazione con Ducati, in stretta collaborazione con Misson Winnow".
- di Redazione SkySport24

Ducati ha chiuso al 2° posto con 13 vittorie nel 2018: sul palco saliranno, oltre ai piloti, i tecnici che lavorano dietro le quinte e che puntano a realizzare la moto per battere il campione del mondo in carica Marc Marquez.

- di Redazione SkySport24
Sono le 18, comincia la presentazione: Gavin Emmett dà il benvenuto al Cube, il centro di ricerca e sviluppo Philip Morris. Il 2019 della Ducati comincia da qui, da Neuchatel (Svizzera).
- di Redazione SkySport24
 
Meno di 10 minuti al via della presentazione Ducati: Dovizioso e Petrucci sono pronti a scendere in pista a Neuchatel.
- di Redazione SkySport24

Dopo la Ducati, spazio alla Honda il 23 gennaio

Si rincorrono fuori dalla pista proprio come fanno sull'asfalto. Dopo la Ducati, ecco la Honda: sarà la seconda squadra a togliere i veli alla nuova moto di Marc Marquez e Jorge Lorenzo, la presentazione è in programma il 23 gennaio alle 11, anche in questo caso sarà possibile seguire l'evento in live streaming su skysport.it e sull'App di Sky Sport. Il 31 gennaio sarà il turno della Suzuki di Rins e Mir, il 4 febbraio della Yamaha di Rossi e Vinales, il 12 febbraio della KTM di Zarco e Pol Espargarò.

- di Redazione SkySport24

Petrucci è una promessa

Accanto a Dovizioso c’è Danilo Petrucci. Il 28enne pilota di Terni arriva dall’esperienza in Pramac, quindi conosce bene il mondo Ducati. Ha preso il posto di un "big" come Jorge Lorenzo, eppure non sembra avere paura del confronto con il suo predecessore. "Petrux" ha voglia di dimostrare che la Ducati ha fatto bene a scommettere su di lui. Pur avendo profili differenti, Dovizioso e Petrucci hanno già dimostrato di avere una grande sintonia, dentro e fuori la pista.
- di Redazione SkySport24

Dovizioso è una certezza

Per la stagione 2019 la Ducati ha scelto due piloti apparentemente differenti, eppure molto "vicini". Andrea Dovizioso è la certezza. Ha adattato nel corso degli anni la Rossa alle sue esigenze, al suo fisico e al suo modo di correre. In questo modo, ha disegnato una moto perfetta per il suo stile, come si vede dai risultati che sono pian piano arrivati nel corso degli anni con impegno e sacrificio. DesmoDovi sarà ancora uno dei principali rivali di Marc Marquez nella lotta per il Mondiale.

- di Redazione SkySport24

La moto più completa per contrastare Marquez

Sarà una moto speciale, progettata per far sognare i tifosi e provare a mettere in difficoltà lo strapotere Honda nella corsa al titolo. La GP19 è la moto che Gigi Dall'Igna desiderava, progettata e sviluppata passo dopo passo con la passione e la dedizione tipica della casa di Borgo Panigale. Il direttore generale di Ducati Corse ha dato un contributo alla crescita della Rossa, che migliora stagione dopo stagione (2 vittorie nel 2016, 4 nel 2017 e 7 nel 2018). I progressi della Ducati sono testimoniati dal processo di adattamento della Desmosedici, che nell’ultima stagione è riuscita ad andare veloce anche nei circuiti tradizionalmente non favorevoli al team italiano.
- di Redazione SkySport24

Pronti, via. Si parte. Dopo le vacanze invernali, finalmente siamo pronti a tuffarci nuovamente nel magico mondo della MotoGP. A farci rivivere nuovamente il piacere delle due ruote ci pensa la Ducati, primo team ufficiale a presentare la nuova moto del 2019: l’evento è in programma oggi, venerdì 18 gennaio, alle ore 18, da seguire in live streaming (aperto a tutti) su skysport.it e sull'App di Sky Sport.

- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche