MotoGP, conferenza GP Spagna 2019. Dovizioso: "Curva intitolata a me? Suonerebbe strano"

Il circuito di Jerez ha deciso di intitolare la curva 6 a Dani Pedrosa, ex pilota Honda ritirato al termine della scorsa stagione. I giornalisti hanno chiesto ai piloti presenti in sala stampa se gradirebbero anche loro avere una curva con il proprio nome. Le risposte sono state molto diverse...

JEREZ, VITTORIA DI MARQUEZ

L'ORDINE DI ARRIVO

CLASSIFICA - CALENDARIO

La MotoGP sbarca in Europa per il GP di Spagna. La settimana si è aperta con la conferenza piloti, che ha avuto tra i suoi tanti temi anche una curiosità che affascina i tifosi: le curve intitolate ai campioni del motorsport. Un argomento che può avere tanti risvolti: c'è chi non vuole proprio sentirne parlare per una questione di scaramanzia, c'è chi invece ama l'idea di avere una curva con il proprio nome per restare legato per sempre a un determinato circuito. In occasione del GP di Spagna 2019, il circuito di Jerez intitolerà curva 6 a Dani Pedrosa. Un omaggio al campione spagnolo, ritiratosi la scorsa stagione e adesso ingaggiato dalla KTM come collaudatore. Curva 6, che al momento si chiama ‘Dry Sack’, sarà la seconda curva di Jerez con il nome di un pilota: curva 13, infatti, è già stata rinominata Curva Lorenzo in onore a Jorge. Ma come la pensano i piloti della MotoGP presenti quest'anno in conferenza a Jerez? Sarebbero contenti di avere una curva con il proprio nome? Ecco le loro risposte.

1 nuovo post
Marc Marquez: "Io conosco la storia di Senna, conosco il modo in cui guidava, conosco l'incidente, ma non seguivo la Formula 1 come Valentino a quei tempi. So però che Senna dava tutto in pista, non conta solo quanto vince un pilota, ma spesso conta quello che dà in pista, la passione che ci mette: in questo senso mi piacerebbe somigliare a Senna"
- di Redazione SkySport24
Alex Rins: "Io non ero ancora nato quando Senna morì, però ho visto tanti suoi video su YouTube, era un pilota incredibile, è stato un vero peccato perderlo"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Senna è uno dei piloti più iconici del motorsport, è una fonte di ispirazione per tutti, ricordo bene il giorno della sua scomparsa. Tutto il weekend fu difficile, la Formula 1 era troppo pericolosa e Senna lo aveva detto prima di scendere in pista. Purtroppo andò così, fu un giorno molto triste per il motorsport, abbiamo perso uno dei migliori piloti di sempre"
- di Redazione SkySport24
Cosa lascia Senna ai piloti della MotoGP? Andrea Dovizioso: "Era un pilota speciale, tutti lo amavano, non solo per come guidava ma anche per il suo stile di guida. Ricordo il giorno della sua scomparsa, fu una brutta giornata. Purtroppo fa parte dello sport, in quel periodo storico le auto e le moto erano più pericolose di oggi, dopo quell'incidente la sicurezza è stata migliorata, purtroppo questo è il nostro mondo"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Negli ultimi anni, piloti bravi come me, Lorenzo e Zarco hanno avuto problemi quando hanno cambiato moto. Quando cambi moto è sempre difficile, inoltre sembra che la KTM sia molto differente rispetto alla Yamaha. Credo che Zarco ha già dimostrato di essere veloce, forse non ha ancora trovato il giusto feeling con la KTM"
- di Redazione SkySport24
Andrea Dovizioso: "Il momento di Zarco? Quando cambi moto, il cambiamento è grande. Non conosco la storia della KTM, quindi è difficile rispondere. Credo sia normale quello che sta succedendo a Zarco, quando sei abituato soltanto con un costruttore credi di conoscere più di quanto sai in realtà. Zarco ha bisogno di tempo, KTM non è ancora al livello delle altre moto, questa è la realtà"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Folger ha fatto delle prove al Mugello per testare alcune cose, farà altri test anche a Misano. La situazione attuale è molto buona, useremo qualcosa che ha usato Folger, ma non in questo weekend. Forse lo faremo lunedì nel primo test stagionale"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Il team Yamaha Petronas? E' bello avere 4 moto in griglia al posto di 2, è bello avere un team come Petronas che è ben organizzato, con un buon budget che permette loro di acquistare gli ultimi aggiornamenti. E' bello avere due piloti come Morbidelli e Quartararo, così bravi. Anche l'apporto di Zarco era positivo, ma quest'anno la situazione è migliore, possiamo lavorare insieme. Abbiamo anche un team di tester che lavora bene con Folger. Rispetto all'anno scorso, la Yamaha ha fatto buone mosse per migliorarsi"
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "La caduta di Austin? Ci portavamo dietro quel piccolo problema dall'Argentina, ci aspettavamo di risolvere quel problema per Austin, ma non ci siamo riusciti. Adesso invece è risolto, abbiamo un motore nuovo ed è normale che capiti. Per fortuna è successo all'inizio del Mondiale, non c'è ancora nessun problema per la classifica"
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "Casillas? Sono cose strane, difficile da capire perché sono atleti controllati. Spero che possa tornare presto, sono cose che fanno parte della vita. Sono segnali che ti fanno capire che bisogna godersi la vita, se puoi fare una cosa oggi, non aspettare domani"
- di Redazione SkySport24
Casillas ha avuto un infarto a 37 anni, viene chiesto un commento ai piloti. Valentino Rossi: "E' molto triste, so che Casillas sta bene adesso, spero che possa tornare a giocare. Purtroppo la vita è questa, può capitare anche se sei un sportivo, anche se vivi una vita regolare. Sono cose che possono capitare, vale per tutti"
- di Redazione SkySport24
Andrea Dovizioso: "Se succede qualcosa di particolare in una curva, allora sarebbe bello darle il nome di un pilota. Però è strano vedere un nome associato alla curva di un pilota. Suona un po' strano, non sono contrario però per me è strano"
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "Se la curva ha un significato speciale, allora a me piace che abbia il mio nome. Ad Aragona c'è una curva con il mio nome, io sono molto contento per questo. Jerez è il posto giusto per intitolare una curva a Pedrosa, lui guidava in modo incredibile in curva 6"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Intitolare una curva a me? Sono contento che Pedrosa abbia una curva intitolata a lui, è stato uno dei piloti più veloci a Jerez, guidava molto bene qui. Ma sinceramente non mi piacerebbe avere una curva con il mio nome in questo circuito, in generale è una cosa che non mi piace molto. E' meglio forse che le curve abbiano altri nomi, più magici"
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "La caduta? E' stato un errore mio. Abbiamo avuto dei piccoli problemi nel corso del weekend, che si sono presentati anche in gara. La caduta aveva un motivo, che non posso spiegare, però era dovuto a un qualcosa che non mi aspettavo. Si presentava soltanto in alcuni giri, ma adesso abbiamo risolto il problema"
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "Conosco Masia da tanto tempo, è dotato di tanto talento e adesso lo sta dimostrando. Conosco le sue emozioni, trovarsi in testa dopo le prime gare, gli ho detto di rilassarsi e non preoccuparsi"
- di Redazione SkySport24
Jaume Masiá: "Sono molto contento di essere leader del campionato, sono felice di arrivare nella gara di casa da primo nel Mondiale"
- di Redazione SkySport24
Jack Miller: "Ho sempre avuto un buon passo a Jerez, spero di poter fare un buon weekend e ripetere il risultato di Austin"
- di Redazione SkySport24
Jack Miller: "Il terzo posto ad Austin è statpo un grande risultato per me. Salire sul podio in una gara asciutta è sempre bello. Mi sento molto a mio agio sulla moto, il team sta facendo un lavoro fantastico. Abbiamo fatto un ottimo test qui a Jerez, quindi cercherà di fare il meglio anche qui. Il nuovo asfalto sarà un punto interrogativo per tutti, questo cambia le carte in tavola per quelle che saranno le scelte da fare in gara con le gomme"
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "L'anno scorso siamo arrivati qui esattamente con gli stessi punti, questa pista si adatta al mio stile di guida, dobbiamo capire come sarà la pista con il nuovo asfalto, per cercare di essere competitivi da subito"
- di Redazione SkySport24

Rossi: "Curva con il mio nome? Non mi piacerebbe"

"Intitolare una curva a me? Sono contento che Pedrosa abbia una curva intitolata a lui, è stato uno dei piloti più veloci a Jerez, guidava molto bene qui. Ma sinceramente non mi piacerebbe avere una curva con il mio nome in questo circuito, in generale è una cosa che non mi piace molto. E' meglio forse che le curve abbiano altri nomi, più magici".

Dovizioso: "Suonerebbe strano"

"Se succede qualcosa di particolare in una curva, allora sarebbe bello darle il nome di un pilota. Però è strano vedere un nome associato alla curva di un pilota. Suona un po' strano, non sono contrario, però per me è strano".

Marquez: "A me piace la curva intitolata a me "

"Se la curva ha un significato speciale, allora a me piace che abbia il mio nome. Ad Aragon c'è una curva con il mio nome, io sono molto contento per questo. Jerez è il posto giusto per intitolare una curva a Pedrosa, lui guidava in modo incredibile in curva 6".

Di seguito il testo integrale della conferenza piloti a Jerez

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche