MotoGP, test di Sepang: risultati e tempi della seconda giornata di shakedown

MotoGp
Sandro Donato Grosso

Sandro Donato Grosso

Al termine della seconda giornata, in Malesia al comando sempre le KTM di Pedorsa e Pol Espargaró. A Sepang è pronto anche Jorge Lorenzo, collaudatore di lusso della Yamaha in pista il 4 febbraio. Sarà anche la giornata in cui a Giacarta verrà svelata la nuova Honda

MOTOGP, TEST SEPANG: LA 3^ GIORNATA MINUTO PER MINUTO

Presentazioni, test, notizie, voci dei protagonisti. Sono giorni molto caldi per la MotoGP che tra Idonesia e Malesia genera il più interessante pre season che ci si potesse aspettare. A Giacarta scopriremo la nuova Honda, cercando di capire quanto lavoro hanno fatto i giapponesi e quale sarà l’alchimia possibile tra i fratelli Marquez con Alex, iridato della Moto2, osservato speciale nell’altra parte del box del campione del mondo della classe regina. Proprio mentre alcuni obiettivi saranno puntati sul duo delle meraviglie, sulla pista di Sepang accenderà i motori il collaudatore di lusso Jorge Lorenzo per una storia affascinate quanto potenzialmente fruttifera per la Yamaha che, secondo voci non confermate, dunque solo rumors al momento, sarebbero state ipotizzate due wild card per il maiorchino, una delle quali a Misano Adriatico. Prima che i piloti titolari scendano in pista, sempre in Malesia ci saranno le presentazioni della Yamaha ufficiale, di quella sponsorizzata da Petronas e della Suzuki. Sarà interessantissimo ascoltare i propositi di Valentino Rossi dopo l’annuncio di Quartararo al suo posto nel team ufficiale dal 2021.  Gli occhi di Valentino non mentono mai, così proveremo a capire Il suo stato d’animo e la sua motivazione cosi come quella degli altri poli Yamaha che inevitabilmente si giocheranno  una leadership pesante. Vinales, fresco di rinnovo, sarà molto carico così come Quartararo che con un futuro così roseo può solo che essere al settimo cielo. Dalla Suzuki ci aspettiamo una moto ancora più competitiva e l’ufficializzazione di Rins e Mir guidati da un Davide Brivio che fa scuola in termini di strategia e management. Dopo questo antipasto ricco, occhio al cronometro per avere una iniziale percezione di chi va forte e chi no. Consapevoli che si tratta dei primi test con le nuove moto, che comunque ci hanno fatto sempre capire che aria tirava. 

Shakedown, il Day-2

La seconda giornata di lavoro con lo shakedown a Sepang si è conclusa ancora con una coppia KTM al comando. Il collaudatore Dani Pedrosa e Pol Espargaró: entrambi gli spagnoli sono stati gli unici a scendere sotto i 2'. Terzo Alex Marquez, protagonista anche di un incidente. Martedì, come detto, sarà la giornata di Jorge Lorenzo.

I tempi della seconda giornata

1. Dani Pedrosa – KTM – 1:59.841 (50 giri)
2. Pol Espargaró – KTM – 1:59.972 (43 giri)
3. Alex Márquez – Honda – 2:00.270 
4. Miguel Oliveira – KTM – 2:00.695
5. Michele Pirro – Ducati – 2:00.695
6. Stefan Bradl – Honda – 2:00749 
7. Brad Binder – KTM – 2:00.899 
8. Sylvain Guintoli – Suzuki – 2:01.125 (61 giri)
9. Bradley Smith – Aprilia – 2:01.240
10. Iker Lecuona – KTM – 2:01.946
11. Yamaha Test 1 – 2:02.7136
12. Yamaha Test 3 – 2:03.348 
13. Lorenzo Savadori – Aprilia – 2:03.606
14. Yamaha Test 2

MOTOGP: SCELTI PER TE