MotoGP, presentata la Suzuki 2020. Brivio: "Sarà un anno speciale per la Suzuki"

MotoGp

Al termine della presentazione della nuova GSX-RR, il team manager fa un bilancio del 2019 e non nasconde le ambizioni in vista della nuova stagione: "In inverno i nostri meccanici hanno fatto un lavoro importante, ora puntiamo a crescere nelle performance con i piloti"

MOTOGP, TEST SEPANG: LA 3^ GIORNATA MINUTO PER MINUTO

Sepang è stato il teatro della presentazione della Suzuki 2020. Il team giapponese ha svelato la moto con cui Alex Rins e Joan Mir correrano nella prossima stagione, che prende ufficialmente il via venerdì 7 febbraio con i primi test in Malesia (da seguire con il liveblog di skysport.it). La giornata dell'unveiling è stata l'occasione per fare il punto sul 2019 e per porre gli obiettivi in vista della nuova annata attraverso le parole del team manager Davide Brivio.

"Siamo sulla strada giusta verso il successo"

Queste le parole di Brivio in conferenza a Sepang: "La stagione 2019 è stata importante per noi perché abbiamo mostrato una crescita consistente nel corso dell'interno anno, e credo che sia la strada giusta verso il successo". Il team manager analizza anche il rendimento dei suoi piloti: "Rins ha ottenuto due vittorie, che erano il nostro obiettivo prima della stagione, e poi un altro podio. Abbiamo imparato molto e questo è stato un altro importante step per noi e per il team. Siamo anche molto felici di Mir, perché ha mostrato una crescita costante e ha superato un infortunio importante riscontrato a Brno per finire la stagione con alcune gare molto solide. Non solo i risultati sono stati eccezionali, ma anche tutto l'approccio al weekend di gara e la metodologia di lavoro. Su entrambi i lati possiamo prendere ottimi insegnamenti, dal 2019 verso il 2020". Una stagione particolare per il team: "Naturalmente questo sarà un anno speciale per Suzuki, dato che si tratta del 60esimo nelle corse. Per questo ci sentiamo ancora più motivati per fare bene davanti a tutta la nostra azienda e ai nostri fan. I nostri ingegneri in Giappone hanno lavorato su molti elementi e sui piccoli dettagli, oltre al motore, durante l'inverno, provando a migliorare il nostro buon prodotto. I piloti sono pronti e emozionati, per questo credo che il nostro obiettivo dovrà essere quello di migliorare sempre più la performance del team con entrambi i piloti".

MOTOGP: SCELTI PER TE