MotoGP, test Sepang. Dovi: "Non sto guidando come vorrei", Petrucci: "Stiamo crescendo"

MotoGp
©Getty

A Sepang si è chiusa la prima sessione di test invernali in vista del Mondiale 2020 (su Sky ci saranno tutte le gare di MotoGP in diretta). Duro il bilancio di Dovizioso: "Sono stati tre giorni di test difficili, stiamo crescendo ma non abbastanza". Petrucci più fiducioso: "Il passo è migliorato, stiamo crescendo"

Si chiude una tre giorn di test difficile per la Ducati. A Sepang la 'Rossa' ha proposto diverse novità tecniche, provate in pista dai due piloti ufficiali. Nel Day-3 nella prima sessione di test invernali (la prossima sarà dal 22 al 24 febbraio in Qatar) Danilo Petrucci ha ottenuto il sesto tempo (in 1:58.606), mentre Andrea Dovizioso ha chiuso 14esimo (con il miglior giro in 1:58.859). 

Petrucci: "Buon passo, altro step in avanti"

Il sesto posto ottenuto da Danilo Petrucci nel terzo giorno di test è il miglior risultato del team ufficiale. Un rendimento in crescita, commentato così dal 'Petrux': "Sono stati tre giorni molto impegnativi. Oggi abbiamo lavorato su diverse soluzioni di setup e, nonostante ci siano ancora alcuni aspetti che dobbiamo migliorare sono comunque soddisfatto perché siamo riusciti ad avere un buon passo e a compiere un altro passo in avanti". Il ducatista si dimostra mediamente soddisfatto: "Siamo riusciti ad avere un buon passo e a compiere un altro step in avanti. Mi sono confrontato molto con Andrea in questi giorni e abbiamo individuato degli aspetti che ci torneranno sicuramente utili in gara". Gli uomini della casa di Borgo Panigale lavoreranno su un aspetto in particolare: "Dobbiamo ancora capire come sfruttare al meglio le nuove gomme, ma abbiamo ancora il test in Qatar per portare a termine il nostro lavoro”. 

Dovizioso: "Tre giorni difficili, ma stiamo crescendo"

Dopo la caduta nella giornata di sabato, Dovizioso ha chiuso la tre giorni di Sepang con il 14esimo tempo: "Sono stati tre giorni difficili, ma anche se siamo stati un po' in ritardo siamo riusciti a fare un buon lavoro sul setup. Sono abbastanza soddisfatto del lavoro portato a termine in questa giornata. Questa mattina siamo riusciti a concludere diversi giri, migliorando sia il setup della moto, sia il feeling con le nuove gomme". Proprio i nuovi pneumatici hanno reso i test di Sepang particolarmente complicati per il forlivese: "Non è stato facile perché ho dovuto adattare il mio stile di guida e all’inizio ho faticato molto. Ho fatto anche alcuni giri insieme a Danilo: il passo è buono, ma il calo della prestazione degli pneumatici è ancora troppo elevato. Dobbiamo ancora capire come si comporteranno in gara e qui a Sepang, dove le condizioni sono particolari anche a causa delle alte temperature, è davvero difficile fare una valutazione completa. Ora ci resta ancora un test prima della gara inaugurale della stagione in Qatar. Sono convinto che la classifica finale di questi tre giorni non rispecchi del tutto quello che succederà poi nel corso del campionato. Sono contento perché non ci siamo concentrati sui tempi, quelli fatti li abbiamo registrati a mezzogiorno, nelle ore più calde, e tra l'altro solo io e Miller li abbiamo fatto con la gomma dura. E penso abbia più valore, perché era la gomma con cui fare il passo. Siamo migliorati abbastanza, ma non sono ancora fluido come vorrei. Le gomme sono particolari, secondo me un po' tutti stanno facendo fatica, chi più chi meno". Uno sguardo anche verso i risultati dei rivali: "I miglioramenti fatti oggi sono importanti ma non basta, perché abbiamo visto Vinales veloce nella simulazione gara,  è rimasto costante fino alla fine, e gli ultimi giri che ha fatto non sono veloci, di più. E' di gran lunga diverso da tutti gli altri.  Anche Rins ha fatto molto bene, ha fatto 10 giri molto veloci, con il passo di oggi in gara rende ancora meglio. Ma non siamo così lontani. Ma è solo il primo test, bisognerà andare più nel dettaglio. In Malesia ci sono delle condizioni molto estreme, aspetto i test in Qatar".

I più letti