MotoGP, sviluppo congelato fino al 2022: le decisioni in seguito all'emergenza coronavirus

coronavirus

Dorna ha comunicato ufficialmente le decisioni finalizzate a contenere i costi di produttori e team in seguito all'emergenza coronavirus. Ecco le modifiche tecniche per le stagioni 2020 e 2021 per MotoGP, Moto2 e Moto3

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Nel corso di una videoconferenza presieduta da Carmelo Ezpeleta, ceo di Dorna, a cui hanno partecipato anche i membri della Gran Prix Commission, sono state decise le modifiche tecniche per le stagioni 2020 e 2021 del Motomondiale. Lo scopo di tali modifiche, vista la crisi globale causata dal coronavirus, è "ridurre i costi a livello globale in tutte e tre le classi, sia per i produttori sia per i team".

MotoGP

Per quanto riguarda questa stagione, non ci saranno aggiornamenti o parti omologate durante il 2020. Questa decisione sarà valida per tutti i costruttori, con e senza concessioni. Per quanto riguarda invece il prossimo Mondiale, sia chi ha le concessioni sia chi non le ha, inizierà la stagione 2021 usando i pezzi omologati a marzo 2020. In seguito si applicheranno le normali regole di aggiornamento per il resto della stagione, come previsto dalla normativa vigente, il che significa che nessuna evoluzione al motore sarà permessa e solo un aggiornamento aerodinamico per pilota per tutti i costruttori.

 

Moto2

Gli organizzatori forniranno a tutti i piloti della categoria lo stesso motore Triumph 765cc. Fino ad ora, l'unica limitazione nelle assegnazioni tecniche era la concessione di un solo aggiornamento Aero Body (configurazione aerodinamica, ndr) per ogni produttore. Le attuali Aero Bodies omologate nel 2020 relative al telaio dei costruttori presentati in Qatar nel 2020, insieme ad ogni versione omologata nel 2019, sarà congelata fino alla fine della stagione 2021. Altri aggiornamenti non saranno permessi. Ad ogni squadra sarà chiesto di dichiarare un massimo di due specifiche per ogni telaio e forcellone per pilota per ogni telaio omologato. Ogni pilota impegnato a sostituire un collega sarà tenuto a usare le parti dichiarate dal pilota che viene sostituito.

 

Moto3

La specifica della moto, così com’è stata dichiarata da ogni costruttore al Gran Premio del Qatar 2020, sarà congelata per le stagioni 2020 e 2021. Ulteriori aggiornamenti non saranno concessi in nessuna parte: telaio, forcellone, motore, estensioni aerodinamiche, cambio o dispositivi che modifichino l'altezza della moto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche