MotoGP, Ezpeleta: "L'obiettivo è partire ad agosto a Brno"

MotoGP 2020

Il direttore esecutivo di Dorna fa chiarezza sul possibile via della nuova stagione: "Lo scenario più ottimista è di iniziare a correre in Repubblica Ceca e in Austria ad agosto"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

La stagione della MotoGP è iniziata solo virtualmente con i due GP del Mugello e  del Red Bull Ring, in attesa che la principale classe del Motomondiale scenda in pista (Moto2 e Moto3 hanno invece affrontato la prima gara in Qatar). Ma quando questo succederà? Carmelo Ezpeleta, direttore esecutivo di Dorna, ha valutato le varie ipotesi al programma 'Radioestadio del Motor', su Onda Cero: "Il 27 aprile devo parlare con gli organizzatori del GP di Germania, ma lo scenario più ottimista sarebbe iniziare a correre a Brno e in Austria ad agosto".

Calendario 2020, le altre due ipotesi

"La prima cosa è porre fine a questa situazione, quindi stiliamo i calendari e vediamo quando possiamo spostarci e viaggiare", ha dichiarato Ezpeleta. Escluso che si possa gareggiare in Finlandia: "Il circuito non è ancora omologato". All'ipotesi di partire ad agosto si aggiunge quella di iniziare la stagione oltre l'estate: "Si correrebbero tra 10 e 12 gran premi, valutando di volta in volta, in base alle disposizioni locali, se con o senza pubblico". Il tutto tra "ottobre, novembre e dicembre. Ma potrebbe anche essere un mondiale a otto gare". Terza ipotesi, la peggiore:  "Concentrare tutta la stagione su due-tre circuiti. Probabilmente, anche senza un pubblico". Ezpeleta non ha escluso che in questo caso si possa correre sui circuiti spagnoli omologati (Jerez, Montmelo, Aragon e Ricardo Tormo). Non correre proprio? "Sarebbe un duro colpo economico per Dorna, in questo momento non ci stiamo muovendo in quello scenario".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche