MotoGP, per Danilo Petrucci destinazione KTM nel 2021

MotoGp
Vera Spadini

Vera Spadini

©Getty

Il pilota italiano della Ducati e il team austriaco hanno trovato un accordo a partire dal 2021. Per la definizione ufficiale vanno risolte alcune questioni interne a KTM

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI

Da Borgo Panigale a Mattighofen, il viaggio di Danilo Petrucci in MotoGP ha ormai una destinazione sempre più definita: KTM. Dopo anni passati in sella alla Ducati, partendo dalla Superbike, passando per il team satellite Pramac, per arrivare alla squadra ufficiale nel 2019, adesso Petrux è pronto a una nuova sfida.

 

La flessione della seconda parte della stagione scorsa ha influito sulla scelta di Ducati di interrompere il rapporto, e Petrucci si era ritrovato, in periodo di lockdown, senza una sella. Ma la scelta di Pol Espargarò di passare in Honda ha cambiato le carte in tavola, lasciando KTM priva del pilastro del suo progetto. Petrucci ha l’esperienza e la serietà per farsene carico. E quindi l’incontro nel quartier generale in Austria è stato più che proficuo: la stima reciproca c’è, e un accordo pure.

 

Per chiuderlo e ufficializzare il passaggio di Petrucci in KTM bisogna solo attendere che il team risolva le questioni interne con il suo pilota. Nei giorni scorsi il CEO Stefan Pierer aveva fissato al 15 settembre la data di scadenza, legata a questioni contrattuali, ma è verosimile aspettarsi che nelle prossime ore arrivi il suggello finale all’intesa raggiunta.

MOTOGP: SCELTI PER TE