MotoGP, da Jerez a Valencia, passando per Misano: l'analisi del calendario 2020

motomondiale

Paolo Lorenzi

Il Mondiale MotoGP inizia con un doppio appuntamento a Jerez, il 19 e il 26 luglio. Dopo una breve pausa i team si sposteranno a Brno, per proseguire poi con due appuntamenti doppi: due gare a al Red Bull Ring ad agosto e due GP a Misano a settembre. A novembre gran finale a Valencia: in totale saranno 13 eventi, per un campionato unico con eventi tutti concentrati

GP SPAGNA, LE LIBERE GIRO DOPO GIRO

Un campionato ridotto, ma non per questo meno avvincente. Il Motomondiale riparte da Jerez domenica prossima, dopo l’avvio in Qatar di marzo che ha coinvolto solo Moto2 e Moto3, per i ben noti problemi legati alla pandemia. Tredici gare concentrate tra il 19 luglio e il 15 novembre, in attesa di scoprire se sarà possibile gareggiare anche oltre oceano.

approfondimento

MotoGP, i test di Jerez in diretta su skysport.it

I primi due appuntamenti in Spagna, a distanza di una settimana, pausa di quindici giorni poi tutti in Repubblica Ceca, a Brno, seguita a ruota da due trasferte in Austria sullo stesso circuito del Red Bull Ring. Altra pausa, un po’ più lunga, quindi il 13 settembre si riprende da Misano, dove il Motomondiale correrà due Gran Premi di fila.

 

Il Tour de force prosegue quindi in Spagna, a Barcellona, prima di tirare il fiato, ma non troppo, perché a ottobre sono previste altre tre gare: una in Francia e due ad Aragon. Il rush finale, se tutto sarà confermato, si concluderà a novembre, a Valencia. Due gare di seguito, che possono decidere la classifica di questo Mondiale anomalo, condizionato dall’emergenza sanitaria, ma con la stessa voglia di sempre. Di correre e dare spettacolo.

MOTOGP: SCELTI PER TE