Valentino Rossi e le modifiche Yamaha: il punto di Jarvis

MotoGp

Valentino, al termine della gara in Andalusia chiusa al 3° posto, ha sottolineato: "La Yamaha deve credere in me. Abbiamo dovuto lottare 4 giorni per le modifiche". L'analisi del Managing Director Yamaha: "Gli ingegneri hanno tanti dati da cui traggono la via da seguire, Vale dopo Jerez ha spinto e ha avuto ragione. Non è sempre una situazione facile da gestire"

ROSSI: "LA YAMAHA DEVE CREDERE IN ME"

"La Yamaha deve credere in me": queste le parole di Valentino dopo il terzo posto conquistato a Jerez. Al termine della gara sul tema interviene Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha: "Abbiamo 4 piloti, tutti hanno un setting più o meno simile, ma Valentino ha sempre avuto problemi con le gomme e l'aderenza. Dopo il risultato negativo di Jerez Rossi ha pensato di dover cambiare qualcosa, quando è tornato ha spinto per modificare l'assetto e usarne uno del passato, anche se ora abbiamo gomme e moto diverse, e alla fine abbiamo visto i risultati".

"Ingegneri-pilota, situazione non sempre facile da gestire"

vedi anche

GP Andalusia: 1° Quartararo, 2° Vinales, 3° Rossi

"Non è una situazione facile da gestire con gli ingegneri Yamaha, perché loro hanno tanti dati e vogliono seguire la loro strada, ma allo stesso è importante capire anche il pilota, questa settimana l’insistenza di Rossi ha portato risultati positivi. Quando ci sono altri che vanno forte se c'è uno che vuole cambiare la situazione si complica", aggiunge Jarvis.

"Motore, serve in fretta una soluzione"

Guasto tecnico per Morbidelli, come successo settimana scorsa a Rossi. "Mi dispiace per Franco, stava facendo un'ottima gara fino a quel momento. Abbiamo perso tre motori in due weekend, questo mi preoccupa, dobbiamo fare chiarezza sul problema, capire se sia sempre lo stesso e poi studiare come risolverlo".

MOTOGP: SCELTI PER TE