MotoGP, Dovizioso 13° al GP Teruel: "Non ha senso parlare di Mondiale". VIDEO

ducati

C'è molta delusione nelle parole di Andrea Dovizioso ai microfoni di Sky Sport dopo il 13° posto al GP Teruel: "Non ho mai avuto buone sensazioni quest'anno, non ha senso parlare di campionato, ma della velocità che mi manca. Se fossi stato a tiro del podio, sarei ancora in corsa. E' un'annata particolare per Ducati, non abbiamo carte da usare". Su Morbidelli: "Può giocarsi il campionato"

GP TERUEL, CRONACA E HIGHLIGHTS

Andrea Dovizioso sembra gettare la spugna in vista del rush finale del Mondiale di MotoGP. Il pilota della Ducati, 13° nel GP Teruel ad Aragon, è scivolato in quinta posizione in classifica, a -28 dal leader Mir. "Purtroppo non è il brutto risultato di oggi, avevo capito in base alle sensazioni se potevo dire la mia e quest'anno non l'ho mai avuta - ha detto il Dovi a Sky Sport -. Anzi la sensazione è anche peggiorata. Non ha senso parlare di campionato, ma di velocità e al momento non ne ho". 

"E' brutto correre con queste sensazioni"

leggi anche

Morbidelli a -25 dalla vetta: 5 piloti in 28 punti

"Non è questione di motivazione, ma è brutto correre con queste sensazioni - ha spiegato Dovizioso -. Se non sei veloce abbastanza da essere a tiro del podio, è brutto. Se ce l'avessi, sarei in lotta per il Mondiale". Il pilota della Rossa di Borgo Panigale non si spiega il buon rendimento ad Aragon della Ducati non ufficiale di Zarco: "Zarco? Anche noi ci facciamo questa domanda, perché anche nel passato ci sono alti e bassi di tutti i piloti Ducati - ha detto -. Guardi i dati, ma poi contano i punti nel campionato. Non abbiamo fatto grandi exploit, ma siamo stati comunque in lotta. Era già successo altre volte e viceversa, non c'è una situazione sotto controllo e non sta funzionando bene. Nessuno ha trovato la soluzione". 

 

"Mi metto anche io sotto processo"

Dopo aver confermato di non sapere di test Ducati per cercare nuove soluzioni ("I test di Pirro? Non so nulla di cose particolari provate a Valencia, non saprei rispondere"), Dovi si è assunto le proprie responsabilità: "Siamo sotto processo anche noi, come tutto il resto - ha detto -. Bisogna avere questo approccio, perché siamo tutti sotto processo per fare meglio. E' un'annata particolare per Ducati. Ci sono tanti altri discorsi da fare, ma non è il momento. Non abbiamo delle carte in mano da usare, puoi solo perdere. Se mettiamo la gomma più morbida peggioriamo, al contrario di quanto successo in passato". 

"Morbidelli può giocarsi il campionato"

vedi anche

Morbidelli, festa esagerata con Migno. VIDEO

"Ero aggressivo e ho rovinato la gomma perché non avevo feeling - ha detto Dovizioso -. Non penso di avere la velocità per pensare al campionato. In questo momento credo di avere zero possibilità. Senza velocità non si può combattere. Al di là di qualche exploit di ognuno dei piloti, nessuno dei piloti Ducati ha trovato la strada. Ci sono un sacco di su e giù e siamo tutti nella stessa situazione, infatti non ne vedo tanti davanti a me. Non mi piace correre così, combattere per queste posizioni. È veramente brutto. Non voglio essere negativo ma è difficile pensare positivo per le prossime gare. La situazione attuale è davvero brutta, non ho nessuna carta reale per provarci. Bisogna allontanarci da queste brutte sensazioni, a novembre tutto può succedere anche per condizioni atmosferiche. Morbidelli può giocarsi il campionato, lavora bene per la gara. Davies mi ha scritto anche in privato, mi ha mandato la foto che mi annaffiava la pista, mi ha fatto tanto ridere". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche