Garrett Gerloff: "Un onore pensare di guidare la moto di Valentino Rossi a Valencia"

GP Europa

Scelto dalla Yamaha per prendere il posto di Rossi a Valencia questo weekend qualora Valentino non dovesse farcela, Gerloff parla in conferenza: "Un onore pensare di guidare la moto di Vale, uno dei più grandi di tutti i tempi. La prima cosa che chiederò al team sarà il suo approccio alla gara, le sue stategie, su cosa si concentra"

MOTOGP, GP EUROPA LIVE

La conferenza con i media di Garret Gerloff, eventuale sostituto di Valentino Rossi nel GP d'Europa in programma questo weekend, apre il giovedì di Valencia. "Per me significa tantissimo che la Yamaha mi abbia scelto per sostituire Valentino. Ovviamente non è la situazione che speravo per debuttare in MotoGP e spero che lui guarisca presto, questa è la cosa più importante. È stato tutto molto rapido e piuttosto pazzo, come pazzo è stato il mio percorso dal Motoamerica dell'anno scorso. L'Europa è completamente diversa, c'è un'altra cultura e si impara tantissimo sia in pista che fuori. Quest'anno in Superbike ho infatti imparato molto, la fine della stagione è stata bellissima", spiega Gerloff. Sul meteo: "Se piovesse potrebbe essere una buona cosa perché si lavorerebbe tutti più lentamente, non conoscendo la pista e la moto e visto che amo la pioggia potrebbe darmi la possibilità di lavorare meglio".

"Un sogno pensare di guidare la moto di Rossi"

approfondimento

Gerloff, chi è il pilota pronto a sostituire Rossi

"Come pilota Yamaha e grande appassionato di moto è un onore pensare di guidare la moto di uno dei più grandi di tutti i tempi, ho tantissimo rispetto per Valentino, questo è un sogno per me. La prima cosa che chiederò al team sarà l'approccio di Valentino al weekend, che strategie ha, su cosa si concentra e quali sono i problemi che rileva più frequentemente sulla moto".

"Da Rainey sempre grandi consigli"

Gli orari

Gerloff: "Vale? Una sorpresa, mi ha ringraziato"

"Mi alleno con McPhee, Vierge, Schrotter, Dixon...Ci sono tanti dettagli che si imparano in Europa, come usare l'acceleratore o gestire le gomme, sono tantissime piccole cose che cambiano tutto. Non ho ancora parlato con Rainey perché le ultime 24 ore sono state pazze, ma voglio sentirlo presto. È stato gentilissimo e fantastico con me quando ci siamo sentiti dopo l'ultimo podio in Superbike, mi dà sempre grandi consigli".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.