Montezemolo: "Rossi in F1? Provammo a portarlo alla Sauber, preferì la MotoGP"

il retroscena

Luca Cordero di Montezemolo rivela il piano della Ferrari su Valentino Rossi dopo i test di Fiorano del 2004: "All'inizio lo invitammo per cortesia, ma rivelò un grande potenziale. Pensammo di fargli fare un anno alla Sauber, ma da ragazzo intelligente, preferì restare il numero 1 in MotoGP che il 4-5 in Formula 1"

MOTOGP, IL CALENDARIO DEL 2021

E' il 2004 e Valentino Rossi ha appena vinto una storica gara a Welkom, in Sudafrica, la prima con la Yamaha. Pochi giorni dopo, il campione del mondo è a Fiorano per provare la Ferrari F2004 di Michael Schumacher. Un test privato e non ufficiale, in cui le cronache dell'epoca parlano di giri sotto il minuto, a 3'' dal record stabilito poche settimane prima proprio da Schumi. A ricordare quei giorni è stato Luca Cordero di Montezemolo, allora Presidente della casa di Maranello, intervistato da Motorsport: "Dissero che era un'operazione pubblicitaria, ma non ne avevamo bisogno - ha spiegato -. Era più che altro un gesto di cortesia verso un grande campione e tifoso. Aveva organizzato tutto Domenicali, grande appasionato di moto. Abbiamo visto però che aveva un grande potenziale e che andava forte. Non era costante, ovviamente, ma faceva giri con tempi molto interessanti". 

Montezemolo: "Volevamo testare Rossi in Sauber per un anno"

la gara

Valentino Rossi sul podio alle 12 ore del Golfo

Montezemolo ricorda il piano Ferrari per Rossi: "C'è stato un momento in cui abbiamo pensato di fargli fare un anno in Sauber - ha detto l'ex numero 1 del Cavallino -. Valentino, da ragazzo intelligente, ha preferito restare il numero 1 nelle moto, piuttosto che essere il quarto o quinto pilota in Formula 1. Avrebbe dovuto abbandonare tutto per cominciare allenamenti e test per essere pronto a debuttare sulle quattro ruote". 

Valentino Rossi sulla Ferrari ai test di Valencia del 2006 - ©Ansa