Test Losail, prime novità in pista: il punto su tutti i team della MotoGP

Test Losail
Antonio Boselli

Antonio Boselli

L'analisi dopo la prima giornata di test di Losail in cui sono scesi in pista tutti i big del Mondiale di MotoGP 2021: ecco quali novità tecniche si sono viste sul tracciato qatariota. Alle 23 su Sky Sport MotoGP (canale 208) l'approfondimento in "Paddock Live Show–Speciale Test"

TEST LOSAIL, 6^ GIORNATA LIVE

Ducati

  • Nuova carena con convogliatore flusso posizionato nella parte bassa, di fronte alla gomma anteriore. In pratica è un terzo profilo aerodinamico, dopo le ali sul cupolino e quelle sulle fiancate.
  • Nuovo codone con smorzatore inerziale, le linee sono più affusolate e le dimensioni più compatte per la terza generazione della cosiddetta "salad box"
  • Ducati, così come Honda, sta sviluppando anche il blocco della forcella stile motocross già presente su Aprilia e Suzuki. L'obiettivo è bloccare la moto davanti e dietro in partenza, evitando impennamenti e garantendo massima stabilità in partenza a full gas. L'Aprilia, che ha sviluppato l’abbassatore posteriore stile Ducati, ha già fatto delle partenze con questo assetto con risultati molto positivi.
  • Bagnaia è caduto alla curva 3, fortunatamemte senza conseguenze, ma ha rotto la carena nuova.

Pramac

  • Nuovo codone Ducati
  • Martin molto positivo al debutto, mostra già una grande confidenza in frenata. Caduto nel primo giorno di test, ha demolito una Desmosedici

Esponsorama

  • Ducati Gp19 sia per Marini e Bastianini, hanno l'holeshot per la partenza ma non l'abbassatore (definito variatore d’assetto). Nel corso della stagione avranno questo aggiornamento ovviamente se arriveranno i risultati
  • Marini deve lavorare sulla frenata, deve abituarsi a frenare forte e subito per sfruttare le temperature di esercizio del carbonio
  • Bastianini scivolato, caduta senza conseguenze per il pilota italiano
Esponsorama, Marini

Honda

  • Pol Espargarò sta girando con l'ultima versione della 2020
  • Bradl ha due moto con telaio 2020 (si riconosce per l'inserto in carbonio) e una moto con un nuovo telaio, moto che si riconosce perché è tutta nera
  • Honda, come Ducati, sta sviluppando il blocco della forcella per la partenza (vedi Ducati)
Honda, Pol Espargaro

LCR

  • Nakagami ha già provando la partenza con abbassamento posteriore e blocco forcella
  • Marquez è caduto all'ultima curva (è andato sul verde per il vento) e ha demolito una moto

Yamaha

  • Vinales e Quartararo hanno una moto 2020 e una con delle novità 2021, grande concentrazione soprattutto per forcellone in carbonio. Ci sono anche un telaio nuovo e verrà provata anche una nuova carena

Test Team Yamaha

  • Tre moto per Nakasuga, Nozane e Crutchlow: una moto è la 2019, poi una 2020 e una ibrida 2021. Contenti per il lavoro di Crutchlow, che sta dando feedback in linea con le informazioni che avevano, insomma è affidabile

Petronas

  • Lavoro simile agli ufficiali per Rossi, con moto 2020 e una più aggiornata, ha provato anche dei copri serbatoio diversi per migliorare ergonomia. Giornata dedicata all'ambientamento con team
  • Morbidelli ha diversi aggiornamenti sulla moto, ma nessuna grande novità

Suzuki

  • Rins ha lavorato sull’elettronica, sull'affidabilità e su un nuovo sistema di raffreddamento
  • Mir ha lavorando sull'elettronica 2021 e su un nuovo forcellone (sempre in alluminio)
Suzuki,  Mir

Test Team Suzuki

  • Guintoli sta lavorando su un nuovo telaio e sul motore 2022 che pare abbia un’erogazione dolce, Mir e Rins lo proveranno nel corso di questi test

Ktm

  • Nessuna novità di rilievo, Binder caduto a curva due

Ktm Test Team

  • Pedrosa ha provato un nuovo telaio e un codone con uno scarico integrato

Tech 3

  • Petrucci in difficoltà, moto con troppo grip al posteriore che gli fa chiudere l’anteriore. In generale devono trovare la migliore ergonomia, perché Ktm non ha mai avuto un pilota così alto

Aprilia

  • Nuovo telaio
  • Nuova testata del motore più leggera
  • Nuova salad box con smorzatore in inerziale
  • Abbassatore posteriore, per ora usato solo in partenza, insieme al blocco della forcella. Espargaro autore di grandi partenze nelle simulazioni
  • Scelta definitiva per forcellone in carbonio
  • Elettronica aggiornata per TC e anti impennamento
  • Nuova aerodinamica con ala più carica: i piloti devono scegliere una delle due versioni, una con più o l’altra con meno carico sebbene dalla forma simile. Bisogna scegliere quella che può funzionare su più piste possibili
  • Moto che per la prima volta è sotto il peso minimo di 157 kg, questo permette di usare la zavorra senza andare oltre il peso minimo

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.