Bagnaia, dalla pole a Portimao alla retrocessione in 11^ posizione: la ricostruzione

MotoGp

Nelle qualifiche Bagnaia piazza un super giro che vale la pole (1:38.494), ma il tempo viene cancellato perché è stato effettuato in regime di bandiera gialla per la caduta di Oliveira. Il pilota Ducati viene retrocesso in 11^ posizione. "Hanno rotto il c...", si sfoga il piemontese al rientro al box. Tardozzi: "Era impossibile vedere quella bandiera gialla". Dall'Igna: "Una sfortuna, Pecco meritava la pole"

PORTIMAO, LA GARA DELLA MOTOGP LIVE

Passare dall’euforia alla rabbia in pochi istanti. È quello che è successo a Bagnaia nelle qualifiche del GP del Portogallo, terzo appuntamento del Mondiale MotoGP. Sul finire delle qualifiche Pecco piazza un tempo "impossibile da pensare", come lo ha definito Fabio Quartararo: un fantastico 1:38.494, con un distacco di ben +0.368 sul francese della Yamaha. Tutto il box Ducati esulta e si prepara ad accogliere il 24enne piemontese per esultare insieme, ma sul più bello appare la segnalazione della Direzione Gara che lascia tutti a bocca aperta: tempo cancellato perché il giro si è svolto in regime di bandiera gialla, per via della caduta di Oliveira. Bagnaia viene così retrocesso di dieci posizioni: improvvisamente passa dall'essere poleman e favorito per la gara, ad essere invece un pilota che dovrà lottare a denti stretti per rimontare dall'undicesima casella in griglia. Una vera beffa, se si pensa che pochi minuti prima era stato cancellato un altro tempo a Pecco per lo stesso motivo: aveva piazzato un altro buon giro in regime di bandiera gialla per la caduta di Zarco.

Lo sfogo di Pecco: "Hanno rotto il c..."

Guida tv

Ora serve la rimonta: domani la gara alle 14 live su Sky

Appena rientrato al box dopo la cancellazione del giro valido per la pole, Bagnaia si è lasciato andare a uno sfogo: "Hanno rotto il c…, non c’erano bandiere", esclama il pilota Ducati, visibilmente deluso. Gigi Dall’Igna, direttore generale Ducati Corse, è tra i primi a consolare il talento piemontese: "Cancellare due giri su due per bandiera gialla, in condizioni così, è davvero una sfortuna. Pecco meritava questa pole".

Tardozzi: "Impossibile vedere quella bandiera gialla"

GP Portogallo

La griglia di partenza: 6° Marc Marquez, 8° Marini

Ci si chiede a questo punto quale sia il problema, se per ben due volte Bagnaia non abbia notato la bandiera gialla (che poi in realtà è un pannello luminoso di colore giallo a bordo pista). Davide Tardozzi, team manager Ducati, prova a dare una spiegazione al microfono di Antonio Boselli, dopo un confronto con la Direzione Gara: "Abbiamo espresso tutto il nostro disappunto per la cancellazione del tempo di Bagnaia. Il regolamento parla chiaro, tuttavia le immagini fanno vedere Pecco che guarda verso sinistra nel curvone e non può vedere la lampada gialla all’esterno sulla destra, anche perché ha la testa sotto il cupolino. Rispettiamo le regole, ma queste dinamiche vanno migliorate, anche per la sicurezza dei piloti, perché è inutile mettere bandiere gialle che i piloti non possono vedere se sono posizionate all’esterno, in questo modo è impossibile notarle in moto. Abbiamo sollecitato la Direzione Gara per migliorare l’esposizione di queste bandiere gialle".

Cosa dice il regolamento

sportività

Quartararo: "Bagnaia meritava questa pole"

Secondo il nuovo regolamento, un giro effettuato in regime di bandiera gialla deve essere cancellato per ragioni di sicurezza. Questo per evitare che un pilota possa spingere quando in pista c’è un altro pilota a terra, una situazione potenzialmente molto pericolosa. In questi casi, per capire se cancellare o meno il tempo, la Direzione Gara deve valutare quanto il pilota caduto sia vicino al pilota che sta facendo il giro. Inoltre, nel caso di Bagnaia, è subentrato un altro problema: secondo quanto sostiene Davide Tardozzi, il pilota Ducati non si sarebbe accorto della bandiera gialla esposta all’esterno destro della curva, quando Bagnaia stava invece curvando verso l’interno sinistro, con la testa quindi rivolta in posizione opposta rispetto al segnale luminoso. Di fatto, Pecco viene retrocesso in undicesima posizione in griglia e dovrà fare una gara in rimonta: il GP di Portimao scatta domenica 18 aprile alle 14 su Sky Sport MotoGP (canale 208).

Bagnaia deluso al rientro al box Ducati, dopo la cancellazione del giro

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport