Valentino Rossi: "Ballottaggio tra Yamaha e Ducati per il team VR46 nella MotoGP 2022"

il futuro

Rossi è in crescita, come dimostrano le prove libere del GP di Francia, chiuse al 9° posto: "Ci sono segnali incoraggianti, ho migliorato tante cose sulla moto che mi hanno dato più fiducia". Sul futuro del team VR46: "Stiamo parlando con Ducati e con Yamaha, entrambe le scelte hanno pro e contro. Le percentuali sono uguali, tutte e due sono al 50%. Sapremo tutto dopo il GP del Mugello", evento in programma dal 28 al 30 maggio in diretta tv su Sky Sport MotoGP (canale 208)

GP FRANCIA, LA GARA DELLA MOTOGP LIVE

Dal momento dell’annuncio dell’ingresso in MotoGP del team VR46 a partire dal 2022, Rossi si è dovuto dividere tra la sua vita da pilota Petronas e l'enorme attenzione mediatica che lo porta inevitabilmente a dover rispondere a molte domande sul futuro della squadra che porterà il suo nome. Come ha detto anche Franco Morbidelli, l’ingresso della VR46 in MotoGP "ha smosso gli animi di tutti nel paddock". Inevitabile quindi che, oltre alle prestazioni in pista, Valentino si ritrovi spesso a parlare del suo ambizioso progetto. Lo ha fatto nuovamente al termine delle prove del GP di Francia, chiuse al 9° posto dopo le Libere 2: "Siamo a buon punto – assicura Rossi –. È tutto confermato, a partire dal supporto del nostro sponsor (Aramco, ndr). Stiamo parlando con Ducati e con Yamaha, entrambe le scelte hanno pro e contro. Le percentuali sono uguali, tutte e due sono al 50%, ma questa decisione non spetta soltanto a noi. La situazione probabilmente si sbloccherà nelle prossime settimane, penso che sapremo tutto dopo il GP del Mugello", evento in programma dal 28 al 30 maggio, che potrete seguire in diretta tv su Sky Sport MotoGP (canale 208).

"Segnali incoraggianti dopo il test a Jerez"

leggi anche

Morbidelli: "La VR46 ha smosso tutti, anche me"

Il lavoro sul team VR46 non distrae Rossi dal lavoro in pista con Petronas, come dimostrano i progressi visti nelle prove del GP di Francia: Valentino è 9° nella combinata dopo la seconda sessione di Libere, un risultato importante considerando che difficilmente la top 10 potrà cambiare dopo le Libere 3 (sabato mattina è prevista pioggia a Le Mans). Una prestazione che Rossi commenta così: "Ci sono dei segnali incoraggianti, speravamo di avere questo feeling dopo i test di lunedì a Jerez, dove ho migliorato tante cose sulla moto che mi hanno dato più fiducia. Il tampone è la cosa che si vede di più, ma abbiamo fatto anche altre cose sulla moto: abbiamo lavorato sulla forcella davanti, abbiamo lavorato sui freni, abbiamo un forcellone in carbonio diverso. Sono tutte cose che mi hanno aiutato, riesco a frenare meglio e a entrare più forte in curva. Così a Le Mans sono stato sempre abbastanza veloce, adesso naturalmente c’è da lavorare, perché sono in difficoltà in alcune frenate soprattutto in discesa, però ci sta visto che è venerdì".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport