MotoGP, il sogno di Marc Marquez: tornare sul podio in Germania

MotoGp

Michele Merlino

Marquez ha sempre vinto nelle ultime 7 edizioni del GP Germania in MotoGP, conquistando tra l'altro anche la pole. Adesso la situazione è cambiata, dopo l'infortunio all'omero del braccio destro e le tre operazioni per tornare a correre. Salire nuovamente sul podio al Sachsenring sarebbe quindi un successo per Marc, considerando anche le tre cadute consecutive nel Mondiale 2021

GP GERMANIA, LA GARA DELLA MOTOGP LIVE

È molto facile stilare l’albo d’oro del GP del Sachsenring recente: si prende il nome di Marc Marquez, lo si inserisce nella lista dei vincitori e dei poleman nelle ultime 7 occasioni ed il lavoro è concluso. Ha sempre guidato una Honda, quindi anche l’albo d’oro dei costruttori è fatto. Anzi, aggiungiamo tra le vittorie di Marquez le due in Moto2 ed una in 125cc per arrivare a fare conto tondo (10) e per la Honda aggiungiamo i tre successi di Pedrosa dal 2010 al 2012, così anche per il team giapponese arriviamo a 10. Per entrambi si tratta quindi dell’appuntamento che, più di ogni altro, affrontano con un "fattore campo" dalla loro parte, ma allo stato attuale è molto difficile immaginarli sul gradino più alto del podio. Le straordinarie sequenze succitate infatti si scontrano inevitabilmente con le altre sequenze, meglio note come digiuni, che sia per Marquez che per Honda hanno raggiunto livelli record. Per la Honda il triste aggiornamento dei digiuni record di vittorie e podi ha già raggiunto e superato da qualche gara il peggior valore dallo storico 1982, quando fecero esordire la NS500 subito vincente con Spencer, ed ora è a 21 gare consecutive senza vittorie e 11 senza podi.

Le statistiche di Marc Marquez 

leggi anche

Marquez: "Recupero a rilento, anno di transizione"

Non va meglio a Marquez: i numeri sono relativamente piccoli, ma nel caso di un fenomeno come lui sono da record. Marc non registra una pole da 9 gare, una vittoria da 7 ed un podio da 6. Numeri appunto, risibili, ma nel suo caso sono da comparare con le sue performance prima dell’infortunio. Prima della caduta di Jerez 2020 infatti il suo digiuno record di pole era di 5 gare (Jerez-Assen 2017), quello di vittorie di altrettante 5 gare (Rio Hondo-Assen 2015) e quello di podi di appena 3 gare (Le Mans- Barcellona 2015). Se Marquez fa il miracolo e torna in forma vincente, tutto bene sia per lui che per la Honda: faremo ancora una volta copia-incolla, ma se non dovesse farlo, qualsiasi team o pilota vincente in Germania sarebbe una novità o un ritorno dopo tempo immemorabile. L’unico rivale di Marquez attuale che abbia vinto qui è Valentino Rossi, con 4 successi dal 2002 al 2009, ma anche lui sta vivendo un digiuno record di successi (65 gare), quindi la prospettiva è di avere un nuovo vincitore del Sachsenring per la prima volta da quando Marc Marquez (appunto) ottenne il suo primo successo qui nel 2013.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche