MotoGP, quali gomme scegliere per il GP di Stiria

MotoGp

Guido Sassi

Al Red Bull Ring ci saranno pneumatici con una costruzione specifica, per fare fronte alle forti sollecitazioni del tracciato austriaco. I record da battere portano la firma di Dovizioso e Marquez

GP STIRIA LIVE - GUIDA TV

Il Red Bull Ring è la pista più veloce del Motomondiale: la media sul giro supera i 187 chilometri orari, grazie alle sole 10 curve disseminate lungo i suoi 4.3 chilometri di sviluppo. Inoltre, la curva 2 per le MotoGP è poco più di una piega a sinistra; così, per circa metà tracciato, tra la 10 e la 3, si incontra solo la staccata in fondo al rettilineo di partenza.

 

Le gomme sono molto stressate nelle brusche frenate delle 7 curve a destra e generalmente sollecitate anche da temperature piuttosto elevate, ragion per cui Michelin ha portato pneumatici posteriori con una costruzione specifica. Per quanto riguarda le mescole, al posteriore le tre slick saranno fornite asimmetriche nelle tre opzioni soft, media e dura, mentre all'anteriore ci saranno solo gomme simmetriche.

 

Per quanto riguarda le rain – spesso utilizzate in questo circuito alpino - saranno fornite con mescole soft e medie, anche in questo caso asimmetriche dietro e simmetriche davanti.

 

Il record sul giro in gara appartiene ad Andrea Dovizioso su Ducati in 1'23”827, mentre quello in prova è firmato da Marc Marquez con il tempo di 1'23”027. Entrambi i best lap sono stati segnati nel 2019, mentre la top speed, ancora una volta marchiata DesmoDovi, è stata raggiunta nel 2020 con il valore di 316.7 chilometri orari.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche