MotoGP, Bagnaia senza segreti: Pecco si racconta alla CNN

MotoGp

Lunga chiacchierata tra il ducatista e la CNN, partendo dalle origini del suo soprannome: "Mia sorella ha 20 mesi più di me: quando eravamo piccoli chiamarmi 'Francesco' per lei era difficile, così mi chiamava Pecco". Sull'idolo Valentino: "Ricordo bene la prima volta che l'ho incontrato, ero nervosissimo. Nell'ultimo mese mi ha incoraggiato ad essere sempre il migliore e a progredire a ogni GP"

QUARTARARO CAMPIONE A MISANO SE...LE COMBINAZIONI

Terzo nell'ultimo GP delle Americhe, Francesco Bagnaia dopo il podio di Austin si è raccontato alla CNN: dalle origini del suo soprannome all'incontro con il suo idolo Rossi, diventato poi mentore e amico, passando per la prima vittoria in MotoGP e la lotta per il titolo. Secondo nella classifica piloti, il ducatista settimana prossima tornerà a Misano (GP dell'Emilia Romagna live su Sky), dove Quartararo avrà il primo match point per il Mondiale.

"Rossi il mio idolo, quando l'ho incontrato ero nervosissimo"

L'omaggio

Misano dedica il poster del GP a Valentino Rossi

"Mia sorella ha solo 20 mesi più di me. Quando eravamo piccoli, chiamarmi 'Francesco' era difficile, così mi chiamava Pecco". Incontrare i propri eroi è sempre un'esperienza indimenticabile e lo stesso si può dire per Pecco quando ha visto Rossi entrare nel locale dove stava mangiando: "Ricordo molto bene la prima volta che l'ho incontrato. Stavamo cenando e...Vale insieme al nostro allenatore entrarono nel ristorante. Ero molto nervoso di incontrare il mio idolo, era strano vederlo di fronte a me e stringergli la mano. Ora siamo buoni amici e parliamo molto del mio Campionato. Nell'ultimo mese mi ha incoraggiato ad essere sempre il migliore e di fare passi avanti ogni volta".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche