MotoGP, GP Valencia. Bagnaia: "Stavo per farmi tamponare da Valentino Rossi"

ducati

Bagnaia a Valencia partirà alle spalle del poleman Martin. Pecco rivela un episodio curioso avvenuto durante le qualifiche, dove ha girato con Rossi alle spalle: "Per poco non mi facevo tamponare da Valentino, è successa la stessa cosa a me in Qatar: penso che sia entrato nel mio tunnel d'aria, quando ha frenato la moto ha accellerato. Comunque aiutarlo è il minimo che possa fare"

L'ULTIMA GARA DI ROSSI LIVE - IL RITIRO DI VALENTINO: LO SPECIALE

Con il 2° tempo nelle qualifiche di Valencia, Pecco Bagnaia eguaglia la sequenza record (10 consecutuve) per un pilota Ducati, messa a segno da Casey Stoner nel 2008 da Barcellona a Phillip Island. Inoltre, il torinese alla 12^ prima fila della stagione, a un passo dalle 13 realizzate dall'australiano in quello stesso anno. "Sono numeri che mi rendono felice e orgoglioso", spiega Bagnaia a Sky. "A Valencia non sono mai andato forte - aggiunge - l'unica 'costante' è che cado sempre in curva 2 ed è una cosa incredibile, che devo analizzare meglio. Il grip di questa pista è diverso da tutte le altre, è come se le gomme non 'aggrappassero' e alla 2 sembra che arrivi con entrambe le ruote bloccate e devi sperare di riuscire a entrare, è una sensazione strana. Ma abbiamo fatto una bella qualifica e Martin si è meritato la pole". In Q2 ha rischiato il contatto con l'amico e 'maestro' Valentino. "Credo sia entrato nel mio tunnel d'aria e quando ha frenato la moto ha accelerato, ma è una cosa che succede spesso. Poi vado a chiederglielo...". Bagnaia è stato l'unico a lavorare con la morbida. "Il consumo della gomma è altissimo a sinistra e bisogna stare attenti. La soft è andata molto bene, decisamente meglio della dura. Ma quando ho rimesso la media ho migliorato ancora il tempo e credo di avere le idee abbastanza chiare per la gara". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche