MotoGP, GP Mugello. Aprilia e WithU, possibile accordo entro 10 giorni

team satellite

Paolo Lorenzi

©Getty

La casa di Noale è da tempo alla ricerca di un team satellite, progetto a cui adesso può concentrarsi con la dovuta attenzione (dopo aver risolto la questione piloti, con il rinnovo di Aleix Espargaró e Vinales per altri due anni). Gli indizi portano tutti verso il team WithU di Razali: i contatti sono stretti, l'accordo potrebbe arrivare a breve. "Al massimo nei prossimi dieci giorni", ha confermato l'amministratore delegato Massimo Rivola

MOTOGP, LA GARA DEL MUGELLO LIVE

"Stabilità significa prestazioni", è lo slogan lanciato da Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing. L’ex direttore sportivo della Ferrari l’ha detto comunicando il rinnovo del contratto, per altri due anni, di Aleix Espargaró e Maverick Vinales. La ricerca di un pilota forte dopo l’addio forzato di Iannone nel 2020 ha lasciato il segno. Meglio muoversi per tempo, tranquillizzando piloti e tecnici per guardare al futuro con serenità.

La filosofia del lavoro Aprilia

gp italia

Chi sta meglio? Come arrivano i piloti al Mugello

Il team di Noale è cresciuto molto, ha imboccato la strada di uno sviluppo che l’ha proiettato nel club dei grandi (i costruttori senza concessioni) e sta entrando in una dimensione nuova e promettente. Stabilizzare i piloti ha una valenza doppia. Rafforza la linea di lavoro della squadra e rassicura i suoi riferimenti, con cui il rapporto si è rafforzato; innanzitutto con il "capitano" Espargaró ("Aprilia è sempre stata la mia prima opzione" ha confermato Aleix al momento dell’annuncio), ma anche con Vinales su cui lo stesso Rivola nutre stima e fiducia ("Maverick ha bisogno di fiducia e tranquillità per esprimere il suo potenziale”) confermando quanto l’animo dei piloti sia un oggetto delicato e allo stesso tempo un fattore decisivo.

Team satellite Aprilia, gli indizi portano a WithU

In secondo luogo la stabilità della squadra principale permette di pensare a un’evoluzione della struttura. Da tempo Noale è alla ricerca di un team satellite. E ora questo progetto sta trovando una base concreata. Gli indizi portano tutti verso il team WithU di Razali. I contatti sono stretti, la riserva verrà sciolta a breve ("al massimo nei prossimi dieci giorni", ha confermato Rivola) e l’offerta di Aprilia ha l’indubbio pregio di guardare lontano. Sul piano economico sarebbe inoltre più allettante di quella messa sul tavolo da Yamaha, ma soprattutto è un’offerta di largo respiro, con un orizzonte temporale più ampio di quello prospetto dai giapponesi. Una partnership che permetterebbe a entrambi di puntare su dei piloti giovani da far crescere per fornirgli uno sbocco futuro nel team interno. Filosofia varata con successo dalla Ducati, che di team satelliti ne conta addirittura tre (situazione che non potrà comunque durare ancora a lungo, lasciano capire da Bologna). Se ben gestite e supportate le squadre private possono contribuire allo sviluppo (fornendo più dati e informazioni su cui lavorare) e creare quella filiera di talenti sui cui investire. Altrimenti restano relegate al ruolo di clienti che pagano le moto da portare in gara, con poca o nessuna voce in capitolo sugli sviluppi tecnici che restano patrimonio del team ufficiale. Questa è l’attuale situazione del team WithU, ma con l’Aprilia la collaborazione sarebbe più stretta. Un bel cambio di passo, e di scenario, per entrambi.