user
05 novembre 2018

Moto2, "Pecco: messaggio chiaro sin dal Qatar"

print-icon

Roberto Locatelli è la voce tecnica della Moto2 per Sky Sport. Ha raccontato con Zoran Filicic l'intera stagione vinta da Bagnaia

BAGNAIA: LA CARRIERA - I NUMERI

FOTO: LA CRESCITA DI PECCO

SKY-VR46, IL TEAM DI PECCO

Le gare decisive della stagione trionfale di Pecco Bagnaia sono state diverse. Partendo dalla prima in calendario in Qatar, dove ha vinto la sua prima gara in Moto2, dando un segnale forte a tutta la categoria: lui voleva essere uno dei pretendenti al titolo e lo ha fatto capire subito. Poi c'è stata una sequenza complicata, Barcellona ed il Sachsenring sono state tappe difficili per problemi non tecnici di assetto ma legati agli pneumatici, gare complicate dove la freddezza di Pecco ha portato a casa punti, anche se pochi, ma in situazioni dove non era possibile fare di più.

Ha vinto 8 gare ed una vittoria trionfale è quella in Austria in casa KTM, in casa del team dell'avversario Oliveira. Un duello entusiasmante, vinto da Pecco, che ha motivato l'ambiente, lui stesso e pure Oliveira. Ha dato una stoccata anche al morale dell'avversario. 

Pensando allo Sky Racing Team VR46, l'1-2 in Thailandia, dove vince Bagnaia e Marini fa secondo, ha dato un segnale di Team coeso, il cui slogan è "i talenti di oggi diventano i campioni di domani". E' stato dato un messaggio forte, di decisione verso un unico obiettivo: Pecco può vincere il Mondiale.

E poi ecco il gran premio della Malesia, dove vince benissimo Marini che è il campione di domani e dove trionfa e chiude il campionato Pecco Bagnaia arrivando terzo, gestendo la tensione del venerdì e della qualifica del sabato, poi arriva la gara si spegne il semaforo rosso e lui si mette a lavorare per quello che ci ha abituati a vedere: lottare per il Mondiale e diventare Campione del Mondo 2018. Grande Pecco!

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi