13 gennaio 2017

Porsche Mission E, spiato il primo test

print-icon
PAN

Porsche ha iniziato la fase di test della Mission E, la futuristica vettura elettrica che vedrà la luce entro la fine del decennio

La Porsche Mission E inizia a prendere forma. Quella che si propone come più agguerrita rivale della Tesla Model S è stata immortalata – sotto le mentite spoglie della Panamera – nel segretissimo test-track del gruppo Volkswagen nel nord della Lapponia.

La Mission E, presentata in occasione del Salone di Francoforte 2015, è la prima berlina sportiva elettrica della casa tedesca, e le prestazioni dichiarate dal brand sono davvero interessanti: da 0 a 100 km/h in meno di 3,5 secondi, con lo scatto da 0 a 200 bruciato in meno di 12. L’auto implementa la tecnologia derivata dalla 919 Hybrid, prototipo di categoria LMP1 impiegato nel WEC e vincitore delle ultime due edizioni della 24 Ore di Le Mans.

L’energia elettrica è immagazzinata in batterie agli ioni di litio, e grazie all’utilizzo di corrente a 800V, l’80% della ricarica può essere completata in appena 15 minuti. L’autonomia complessiva della Mission E dichiarata da Porsche è di circa 530 km.

Powered by automoto.it

Tutti i siti Sky