WEC 2017: Porsche in pole alla 6 Ore del Bahrain

Motori

Diletta Colombo

WEC_tandy_porsche

La Porsche 919 Hybrid n.1 scatterà dalla pole position in Bahrain; seguono la Toyota TS050 Hybrid n.7 e la 919 Hybrid n.2

Il fine settimana del canto del cigno di Porsche nel WEC è cominciato sotto i migliori auspici per la causa di Zuffenhausen: ad ottenere la pole position della 6 Ore del Bahrain è stata la 919 Hybrid n.1, affidata a Nick Tandy e Neel Jani. 1’39”383 è la media che è valsa la partenza al palo al neozelandese e allo svizzero, che condividono il prototipo con André Lotterer.

A scattare in prima fila accanto alla 919 Hybrid n.1 ci sarà la Toyota TS050 Hybrid n.7, nelle mani di José Maria Lopez e Mike Conway, staccati di oltre due decimi dall’equipaggio in pole. Timo Bernhard e Brendon Hartley, laureatisi campioni del mondo piloti con Earl Bamber in Cina, hanno concluso le qualifiche in terza posizione sulla 919 Hybrid n.2, davanti a Kazuki Nakajima e Anthony Davidson, in azione sulla TS050 Hybrid n.8.

Pole position nella classe LMP2 per l'Alpine A470 Gibson n.36, affidata a Gustavo Menezes e André Negrao. Seconda posizione per l'Oreca 07 Gibson n.38 della Jackie Chan DC Racing, nelle mani di Thomas Laurent e Ho-Pin Tung e l'Oreca 07 Gibson n.31 preparata dalla Rebellion Racing, di Julien Canal e Bruno Senna.

In GT la Ferrari in pole

In LMGTE Pro, pole position per la Ferrari 488 GTE n.71 di AF Corse, nelle mani di Sam Bird e Davide Rigon. Completano la top three l'Aston Martin Vantage n.97, di Darren Turner e Jonathan Adam e la Ford GT n.67, affidata a Harry Tincknell e Andy Priaulx. Nella classe LMGTE AM Paul Dalla Lana e Pedro Lamy hanno colto la loro settima partenza al palo stagionale al volante della Aston Martin V8 Vantage n.98.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche