Mercedes Classe X, a lezione di pick-up

Motori

Nuova proposta nel mondo dei veicoli da lavoro che strizza l'occhio a chi vuole un veicolo buono non solo per la professione ma anche per farsi un giro in centro

Mercedes amplia la gamma con la Classe X, pick up che viene proposto grazie al know how del gruppo Nissan-Renault, dove la piattaforma che ha già visto due veicoli del genere viene riproposta con degli affinamenti tecnici ed estetici per creare un’auto capace di essere efficace per svolgere le mansioni alla quale è destinata, ma che resti comoda per l’utilizzo quotidiano al di fuori del lavoro, in accordo con le leggi vigenti in materia di pick up. 

All’esterno viene rivisto il frontale con l’introduzione di gruppi ottici a LED, una nuova griglia a listelli che in corpora il logo della Stella e nella parte bassa un skid plate cromato per proteggere il sotto-scocca da eventuali toccate. Per il resto lo stile non viene evoluto, ma rimane funzionale al dovere. Il cassone posteriore è pallet ready e la portata è di oltre 10 quintali. Ottima è anche la capacità di traino con 3500 kg utili.

Gli interni invece si riconoscono per il tocco in termini di design con le inedite bocchette dell’aria accoppiate e in generale una cura per l’assemblaggio dei pannelli e accostamento dei materiali in linea con gli standard a cui siamo abituati. L’abitacolo è spazioso e la doppia cabina consente di poter viaggiare anche in cinque, unica pecca è il piano rialzato nella parte posteriore, che, se siete abbastanza alti, può farvi toccare la testa sul cielo.

La funzionalità è garantita, come già accennato, dalle ottime doti di carico ma anche dalla trazione 4Matic che lavora con il cambio a 7 rapporti e può scaricare a terra potenze di 163 0 190 CV con i 4 cilindri diesel, ma a breve sarà disponibile anche il V6 da 258 CV. Disponibile già da adesso è la versione con il cambio manuale e quella 4x2.

La Classe X se la cava bene su strada grazie all’introduzione di una soluzione multilink al posteriore che migliora il comfort rispetto alle balestre, soluzione più in voga su questo genere di mezzi. In generale l’insonorizzazione è buona, solo alle alte velocità ci sono i fastidi dei fruscii aerodinamici, dovuti all’imponente massa dell’auto. In fuori strada invece eccelle grazie alla trazione integrale che lavora alla perfezione e permette di togliersi dalla maggior parte delle situazioni, se poi volete c’è la possibilità di inserire le ridotte o bloccare il differenziale.

Prezzo che parte da circa 37.000 euro IVA esclusa, per un mezzo che sa coniugare la versatilità per gli ambienti di lavoro alla possibilità di utilizzarlo ogni giorno come compagno di viaggio.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche