WEC, Rebellion nel 2018 torna in LMP1 con Lotterer e Jani

Motori

Diletta Colombo

Rebellion Racing (foto: twitter.com/rebellionracing)
Rebellion_racing

Dopo una stagione in LMP2, Rebellion il prossimo anno farà ritorno nella classe LMP1 del WEC. Gli ex-Porsche André Lotterer e Neel Jani saranno parte del team

Dopo essersi aggiudicata il titolo della classe LMP2 nel WEC, Rebellion farà il suo ritorno in LMP1 nella super stagione 2018/2019 del mondiale Endurance. Ci sono novità anche per quanto riguarda i piloti: André Lotter e Neel Jani, ex alfieri di Porsche, entrano a far parte del team anglo-elvetico, andando ad affiancare i confermati Mathias Beche e Bruno Senna e i due promossi dalla LMP2, Gustavo Menezes e Thomas Laurent.

Rebellion ha debuttato nel WEC agli albori della nuova categoria, nel 2012, competendo nella classe maggiore, la LMP1; questa stagione il passaggio in LMP2, culminato con la vittoria del mondiale da parte di Bruno Senna e Julien Canal. Il nuovo prototipo LMP1 della Rebellion sarà svelato in occasione del Salone di Ginevra 2018: dovrebbe essere progettato e assemblato dalla francese ORECA, già responsabile dello sviluppo della R-One, dal 2014 al 2016.

Per Jani, correre per la Rebellion rappresenta un ritorno alle origini: il debutto nella 24 Ore di Le Mans del pilota elvetico, nel 2009, avvenne proprio al volante di una vettura di questo team. Jani alternerà l’impegno nel WEC a quello in Formula E; stesso discorso per André Lotterer. In attesa del debutto di Porsche nella categoria 100% elettrica, Jani e Lotterer difendono i colori di due scuderie private, la Dragon Racing e la Techeetah, rispettivamente. 

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche