Subaru Impreza, ecco la quinta generazione

Motori

Tanta sostanza per l'ultima arrivata in casa Subaru. Scopriamola insieme

La Subaru Impreza torna in Italia nella sua quinta generazione, dopo aver saltato un capitolo su decisione dei vertici europei, che non consideravano il mercato come proficuo per una rete di vendita. Nel frattempo però si è lasciata alle spalle qualcosa. Il nome Impreza era di norma associato al mondo dei rally e quindi con richiami sportivi anche sulla vettura di serie, per non parlare delle versioni WRX e STI. Niente di tutto questo sulla nuova auto, più al servizio delle faccende quotidiane, dove anche la linea diventa più tranquilla e meno vivace.

All’esterno arrivano i gruppi ottici con firma diurna LED sul frontale, mentre al posteriore c’è un faro sdoppiato. L’auto è lunga 4,46 m larga 1,78 e alta 1,48; dimensioni non male per una segmento C. Anche nel bagagliaio c’è tanto spazio si parta da un base di 385 L per arrivare a 1500 nel caso si decida di abbattere il divano posteriore.
Sotto al cofano invece pulsa l’unica opzione disponibile per il mercato un 1,6 L benzina boxer aspirato da 114 CV, accoppiato a un cambio CVT che non da la possibilità di intervenire su una rapportatura. Nonostante le due componenti siano nuove all’80% e permettano di risparmiare molti kg, sono da considerarsi due nei dell’auto perché la base di telaio e sospensioni è ottima anche per la guida sportiva (piattaforma SGP irrigidita del 70%). Sono i numeri però a comandare e visto che il mercato americano è in testa, le scelte tecniche sono orientate verso i clienti a stelle e strisce.

L’interno è a ogni modo ben rifinito e accogliente per 5 passeggeri. Convince l’assemblaggio dei pannelli del cruscotto e anche la scelta dei materiali resta in linea con la filosofia di auto alla portata di tanti senza lasciare da parte la qualità. Di serie ci sono i 3 schermi dai quali monitorare tutte le funzioni dell’auto, dell’infotainment e del sistema Eye Sight, anch’esso di serie, con una serie di aiuti alla guida davvero notevoli per il prezzo a cui l’auto viene proposta (sistema di serie).

Si parte da 19.000 euro per la versione base ma non si sale di molto per le altre due disponibili. Tra l’altro la trazione integrale è disponibile da subito e aggiunge tanta sicurezza all’auto, che rappresenta un’alternativa valida e concreta all’interno del segmento C.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche