Tutto quello che è successo alla 24 Ore di Daytona

Motori

Diletta Colombo

Alonso durante la 24 Ore di Daytona (foto: twitter.com)
alonso_daytona_38

Vittoria per la Cadillac DPi n.5 di Filipe Albuquerque, Joao Barbosa e Christian Fittipaldi nella 24 Ore di Daytona. L’equipaggio di Fernando Alonso ha concluso la corsa in 38° posizione

Filipe Albuquerque, Joao Barbosa e Christian Fittipaldi si sono aggiudicati la 24 Ore di Daytona 2018 al volante della Cadillac DPi n.5. Seconda posizione per la gemella n.31, affidata a Mike Conway, Eric Curran, Stuart Middleton e Felipe Nasr, davanti all'ORECA 07 Gibson n.54 preparata dalla Core Motorsport, nelle mani di Loïc Duval, Romain Dumas, Colin Braun e Jon Bennett.

Albuquerque si era fatto già vedere ad inizio corsa, prendendo il comando dopo i primi pit stop. In questa fase di gara il portoghese precedeva Vautier, al via dalla quinta posizione, e l’ex F1 Felipe Nasr. Van der Zande, scattato dalla pole position, aveva lasciato la leadership ad Albuquerque dopo la sua sosta.

Pietro Fittipaldi, subentrato ad Albuquerque sulla Cadillac DPi della Action Express, ha successivamente perso terreno nei confronti di Castroneves in condizioni di bagnato, ma ha guadagnato nuovamente il comando dopo il pit stop di quest'ultimo per montare gomme slick.

Intorno alla dodicesima ora di corsa, la leadership è passata nelle mani di Pagenaud, impegnato sulla Acura ARX-05 n.5. La gara di questo equipaggio, però, è stata compromessa da un problema all’alternatore. La corsa, a questo punto, è passata nelle mani della Cadillac Dpi n.5, davanti alla gemella n.31.

La sfortuna continua a perseguitare Fernando Alonso: un problema ai freni occorso sulla Ligier JSP17 dell’asturiano ha fatto precipitare l’equipaggio fuori dai primi venti nel corso dell'undicesima ora di gara. Alonso, Lando Norris e Phil Hanson si sono classificati in trentottesima posizione. Un peccato, visto che i tre coéquipier sembravano in grado di ambire ad un posto nei primi cinque.

Nella classe GTLM doppietta per Ford: a vincere è stata la GT n.67, nelle mani di Scott Dixon, Ryan Briscoe e Richard Westbrook, davanti alla gemella n.66, affidata a Sébastien Bourdais, Joey Hand e Dirk Muller. Terza posizione per la Chevrolet Corvette C7.R n.3 di Antonio Garcia, Jan Magnussen e Mike Rockenfeller. In GTD successo per il nostro Mirko Bortolotti, sulla Lamborghini Huracan GT3 n.11 condivisa con Rik Bruekers, Rolf Ineichen e Franck Perera.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche