Jaguar D-Type, l'icona degli anni '50 torna a splendere

Motori
Jaguar_d-type

Arriva una continuation car per la mitica roadster che trionfò a Le Mans

La divisione Classic di Jaguar è pronta a far rivivere una delle auto sportive più prestigiose degli anni Cinquanta. Parliamo della D-Type, auto rarissima, resa celebre il secolo scorso sia per le sue doti  aerodinamiche derivate dal mondo dell’aeronautica, sia per i suoi successi a Le Mans, dove si è aggiudicata la 24ore per tre anni di fila, 1955-56-57.

foto: automoto.it

Ora questo purosangue inglese è ricercatissimo dagli amatori, un po’ per la sua ridotta produzione, un po’ perché dei già pochi esemplari realizzati, che erano 75, alcuni andarono pesantemente rovinati a causa di diversi incidenti,  tra cui anche il triste disastro del 1955 e un incendio allo stabilimento. L’ultimo esemplare messo all’incanto fu nel 2016 e venne venduto a 19,8 milioni di euro. Il modello originale montava un propulsore a sei cilindri XK con cubatura da 3.0 litri a 3.6 litri e alimentazione a carburatori Weber, con una velocità massima di quasi 280 Km/h.

foto: automoto.it

Dopo 62 anni dal lancio del primo modello, a Parigi è stato presentato un esemplare nuovo, costruito secondo le specifiche dell’epoca, a cui ne seguiranno altri 24, assemblati artigianalmente in Warwickshire per raggiungere il teorico obiettivo iniziale dei cento esemplari messi in strada.

Saranno due le varianti tra cui i fortunati acquirenti potranno scegliere la D-Type “2018”: 1955 Shortnose o 1956 Longnose. Ancora non è stato divulgato il prezzo ma non ci stupiremmo se trovassimo parecchi “0”.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.