WTCR 2018, pronti per il via dal Marocco

Motori
wtrc-twitter

Al via nel week-end il neonato WTCR, la nuova serie che riunisce in un campionato unico il WTCC e TCR, sposando i regolamenti tecnici di quest’ultimo. Il WTCR inizierà il suo viaggio da Marrakech

Il WTRC è pronto a iniziare la sua prima stagione. Il campionato a ruote coperte per vetture turismo, nato dalla fusione di WTCC e TCR, prenderà il via il 7 e 8 aprile dal Circuito Moulay El Hassan, in Marocco.  Al campionato non potranno partecipare case ufficiali ma solo team privati, con almeno due vetture per squadra, con un costo stimato di €150.000 per macchina.

La genesi del campionato. Perché il WTCR?

Il WTRC è nato per 2 semplici ragioni: costi e visibilità.
Il WTCC aveva ormai oltre 10 anni di storia e, oggettivamente, viveva una situazione di difficoltà a causa dell’incremento dei costi. Il TCR, invece, era nata come una serie low-cost, improntata sul Customer Racing. I costi del campionato erano minimi in quanto una vettura veniva sviluppata con circa 130.000 euro e poi grazie ad una folta schiera di sottocategorie nazionali poteva essere rivenduta per rientrare, seppur parzialmente, nell’investimento.
La FIA ha quindi scelto di fondere i due campionati, mantenendo il prestigio del WTCC ma utilizzando regolamenti e accortezze del TCR.
Questo mix promette molto bene: macchine si più lente, ma spettacolo garantino grazie all’esperienza dei piloti e alla natura delle vetture (con prestazioni allineate dal balance of performance).

Team e piloti: tre nomi storici per l’Italia

11 i team in gara con una line up che vede 3 piloti italiani. Con la Hyundai BRC Racing Team correrà Gabriele Tarquini, il 56enne vecchia conoscenza della F1 e veterano nel WTCC.

Progetto tutto italiano quello del team Mulsanne che affiderà le due Alfa Romeo Giulietta preparate dalla Romeo Ferraris a Giovanardi e Morbidelli. I due veterani potranno aiutare il team nello sviluppo di un’auto competitiva, con la speranza di poter far tornare un nome glorioso come quello di Alfa Romeo ai fasti dei bei tempi (vittorie a raffica nel campionato italiano, inglese, spagnolo per non partare del DTM ad inizio anni ’90).

Da segnalare la conferma del team di Sebastien Loeb. Nove volte campione del mondo WRC (tornato da poco alle corse in occasione del rally del Messico) ha voluto portare la sua squadra anche in questo nuovo campionato touring con Robert Huff e Mehdi Bannani alla guida della Volkswagen Golf GTI.

WTCR, il calendario 2018

10 in totale le tappe in tutto il mondo con il GP di Macao a chiudere il campionato il 18 novembre.

7-8 Aprile - Marrakech
28-29 Aprile - Hungaroring
10-12 Maggio - Nurburgring Nordschleife
19-21 Maggio - Zandvoort
23-24 Giugno - Vila Real
4-5 Agosto - Termas de Rio Hondo
29-30 Settembre - Ningbo
27-28 Ottobre - Suzuka
15-18 Novembre - Macao

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche