Dakar 2019, Nicola Dutto escluso dalla Direzione gara per un malinteso: "Non tornerò"

Motori

Il pilota con paraplegia di Beinette (Cuneo) è stato escluso per un malinteso dalla Dakar e non è ripartito per la quinta tappa. In un'intervista a moto.it si è sfogato: "Non tornerò nella prossima edizione. Ci perdono loro"

LO SPECIALE MOTORI

Un problema meccanico alla moto di uno dei ghost riders. Il ritorno al bivacco dopo aver seguito le indicazioni della Direzione gara. L’eliminazione per un malinteso. Nicola Dutto, pilota con paraplegia di Beinette, in provincia di Cuneo, non è partito per la quinta tappa della Dakar di venerdì 11 gennaio. E ha annunciato a caldo che non parteciperà a un’altra edizione del Rally Raid più famoso al mondo. “Difficile da accettare - ha detto a moto.it -. A chi diamo fastidio? Tanto saremmo arrivati ultimi”. E ha aggiunto: “Il direttore di gara avrebbe potuto darmi una megapenalizzazione, l’avremmo accettata senza fiatare”. Poi annuncia: "Tornare nella prossima stagione? Non ci penso neanche. Credo però che ci perda la Dakar: è vero che l’Italia è un Paese piccolo, ma se la stampa e i Tg hanno parlato della gara è stato proprio per la mia avventura. Chi si ricorderà tra un anno chi ha vinto questa edizione? Avrebbe potuto essere memorabile".

Un investimento importante

“Abbiamo rotto gli schemi, forse si aspettavano che finissi si e no una tappa fra mille difficoltà, e tornassi a casa di mia spontanea volontà", ha proseguito con amarezza Dutto che ha analizzato anche il problema dei costi per la partecipazione alla gara, riferendosi ai tre Ghost Riders che lo hanno accompagnato fino a oggi: "Devo iscrivere quattro piloti, perché qui non ti regalano niente".

I più letti