Follia a Mondiale kart: lancia alettone a rivale, poi la rissa ai box. VIDEO

Motori

Buttato fuori pista, il pilota Luca Corberi si vendica scagliando in pista l’alettone del suo mezzo contro il rivale. E’ successo ieri a Lonato (Brescia) al Mondiale di kart. Non contento, ai box, il giovane ha anche aggredito l'avversario. Button: “Squalifica a vita per entrambi questi idioti”. La FIA ha aperto un'inchiesta

Follia in pista al Mondiale di kart in scena domenica a Lonato (Brescia). Sulla pista bresciana costruita dalla sua famiglia, il pilota Luca Corberi, dopo essere uscito di strada per una collisione con il kart di Paolo Ippolito, ha atteso il nuovo passaggio del rivale per scagliargli addosso l'alettone del proprio mezzo. Fortunatamente Ippolito ha schivato il pezzo della carena e non ci sono state conseguenze in pista. Poi, però, ai box Corberi ha aggredito Ippolito ed è stato necessario l'intervento di altri piloti e tecnici per sedare la rissa.

 

Entrambi i piloti sono stati squalificati dalla gara per l'incidente. E c'è chi, come il campione del mondo di Formula 1 del 2009 Jenson Button, spera di non rivederlo più in pista. "Luca Corberi ha distrutto ogni chance di avere una carriera nelle corse dopo il suo disgustoso comportamento al Mondiale di kart - ha scritto Button su Twitter, commentando anche il video della rissa -. Suo padre è proprietario del circuito e lo si vede spingere un ragazzo contro un muro, squalifica a vita per entrambi questi idioti, per favore". Nel frattempo la Federazione internazionale dell'automobile (FIA) ha aperto un'inchiesta sull'accaduto. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche