Serie A, 38^ e ultima giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

Precedenti, curiosità, statistiche e numeri: tutto quello che c'è da sapere sulle 10 partite della 38^ e ultima giornata di Serie A che si giocheranno tra sabato e domenica

GENOA-VERONA LIVE

Brescia-Sampdoria, sabato 1 agosto, ore 18.00

Nella sua ultima partita in Serie A, il Brescia ospita allo Stadio Rigamonti la Sampdoria. Entrambe reduci da tre sconfitte consecutive, le due squadre vivono però momenti opposti: se questo filotto negativo non ha impedito alla formazione di Ranieri di festeggiare l'aritmetica salvezza, quella di Lopez si è dovuta arrendere alla retrocessione in Serie B. L'allenatore uruguaiano dovrà sfatare un tabù, visto che in cinque precedenti sulle panchine di Cagliari e Palermo non è mai riuscito a battere la Sampdoria. Chi invece ha precedenti positivi è Fabio Quagliarella: ha sfidato il Brescia solo due volte e a distanza di 10 anni (2010 e 2020), ma gli ha realizzato contro tre gol.

 

Atalanta-Inter, sabato 1 agosto, ore 20.45

leggi anche

Inter, primi contatti per Ndombele del Tottenham

Con lo scudetto già nelle mani della Juventus, rimane ancora da assegnare il secondo posto in quello che sarà un vero e proprio spareggio al Gewiss Stadium. Atalanta e Inter sono separate da un punto in classifica, con gli uomini di Conte che possono far valere questo piccolissimo vantaggio. Attenzione però alla Lazio: in caso di pareggio tra Atalanta e Inter e di vittoria dei biancocelesti, sarebbe la formazione di Inzaghi a scavalcare entrambe e balzare al secondo posto. Romelu Lukaku, alla sua prima stagione in Serie A, insegue subito un record: in questo campionato ha realizzato finora 15 gol in trasferta, soltanto Zlatan Ibrahimovic (2011-12) e Ciro Immobile (2017-18 e 2019-20) hanno fatto meglio con 16.

Juventus-Roma, sabato 1 agosto, ore 20.45

leggi anche

Sarri: "Contro la Roma forse con l'Under 23"

Doveva essere la super sfida che concludeva il campionato, sarà la gara tra due squadre che hanno già raggiunto i propri obiettivi e cominceranno a prepararsi in vista dei rispettivi impegni europei. Rimane comunque una partita prestigiosa e di grande fascino, tra due delle squadre più importanti del campionato italiano. La Roma, già sicura del quinto posto in classifica, deve rompere una vera e propria maledizione. Ha infatti perso nella Torino bianconera negli ultimi 8 incontri, mai la Juventus è riuscita nella sua storia a vincere in casa per 9 volte consecutivamente contro i giallorossi. Per farlo dovrà fermare però Cristiano Ronaldo, andato a segno in tutte le gare casalinghe dalla ripresa post lockdown.

Milan-Cagliari, sabato 1 agosto, ore 20.45

leggi anche

Milan, sondaggio per il ritorno di Deulofeu

Il Cagliari vuole chiudere il campionato al meglio e replicare quanto fatto contro la Juventus nell'ultimo turno di campionato. Contro però incontrerà un Milan in una forma straordinaria, che con 8 vittorie e 3 pareggi in 11 partite si trova in testa alla classifica di Serie A nel post lockdown. A scoraggiare ulteriormente gli uomini di Zenga ci sono anche i precedenti, visto che il Milan è la squadra contro cui il Cagliari ha perso più volte in Serie A (41 sconfitte). Non solo, perchè i rossoblù sono anche la vittima preferita di Stefano Pioli, contro i quali ha vinto otto volte. A provare a ribaltare questi numeri ci penserà Giovanni Simeone, che proprio con l'allenatore rossonero ha condiviso l'esperienza alla Fiorentina nella quale ha realizzato 20 gol in 69 partite.

Napoli-Lazio, sabato 1 agosto, ore 20.45

leggi anche

Mertens: "A Barcellona con fiducia, serve un gol"

La Lazio per provare a dare l'assalto al secondo posto, aspettando buone notizie da Bergamo. Il Napoli per migliorare il proprio punteggio in classifica e arrivare pronto alla gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Barcellona (sabato 8 agosto, ore 21.00). Non solo obiettivi di squadra, però. Grande attenzione anche per Ciro Immobile, che proverà a battere il record di Gonzalo Higuain, proprio in quel San Paolo dove l'attaccante argentino riscrisse la storia in un Napoli-Frosinone del maggio 2016. In quell'occasione Higuain arrivò a quota 36 diventando il miglior marcatore di sempre in una singola stagione in Serie A: Immobile è fermo a 35, la sfida è lanciata.

Spal-Fiorentina, domenica 2 agosto, ore 18.00

leggi anche

Fiorentina, Iachini confermato in panchina

Padroni di casa che saluteranno la Serie A dopo tre anni. Lo faranno contro una Fiorentina che ha subito una sola sconfitta negli ultimi 8 turni di campionato: risultati che sono valsi la salvezza alla squadra viola e la conferma per la prossima stagione a Beppe Iachini. Entrambe le squadre hanno, dunque, ottimi motivi per chiudere bene il campionato, nonostante non abbiano più nulla da chiedere alla classifica. La Fiorentina dovrà fare molta attenzione a Lucas Castro, che ha nei viola la propria vittima preferita in Serie A (3 gol in 12 precedenti). Contro però troverà Patrick Cutrone che, dopo una doppietta con la maglia del Milan, è rimasto a secco nelle ultime tre gare contro la Spal.

Bologna-Torino, domenica 2 agosto, ore 20.45

leggi anche

Il Toro pensa a Schick e altri 3 ex di Giampaolo

Sfida tra due squadre storiche della Serie A, con un bilancio pressochè pari nei precedenti: 123 confronti totali, con 43 vittorie rossoblù, 44 granata e 36 pareggi. Al Dall'Ara però la bilancia pende decisamente dalla parte dei padroni di casa, che hanno vinto più della metà delle sfide totali in Serie A (33 su 61). La formazione di Moreno Longo ha una statistica negativa da sfatare, visto che con questo allenatore non è ancora riuscita a vincere in trasferta (1 pareggio e 6 sconfitte). Per farlo dovrà però bloccare Musa Barrow, in gol nelle ultime 4 sfide giocate in casa dal Bologna. Una striscia di 5 realizzazioni consecutive non si realizza dal 1999, quando Beppe Signori arrivò addirittura a sei.

Genoa-Verona, domenica 2 agosto, ore 20.45

leggi anche

Juric: "Il passato al Genoa? Lì vado per vincere"

Il Genoa si gioca la permanenza in Serie A contro una delle sorprese del campionato, il Verona già sicuro del proprio posto nella parte sinistra della classifica. La formazione rossoblù, per essere sicura della salvezza, dovrà vincere contro il Verona oppure pareggiare o perdere, sperando che il Lecce non batta il Parma. Sul suo cammino gli uomini di Davide Nicola, troveranno una serie di grandi ex, su tutti Ivan Juric e Miguel Veloso. L'allenatore croato ha collezionato 51 partite sulla panchina del Genoa, oltre alle 125 presenze da calciatore tra il 2006 e il 2010. Il centrocampista portoghese di partite con la maglia rossoblù ne ha giocate 115, realizzando tre gol.

Lecce-Parma, domenica 2 agosto, ore 20.45

approfondimento

Lotta salvezza, le combinazioni per Genoa e Lecce

Chi sarà legato a doppio filo alla sfida di Marassi sarà inevitabilmente il Lecce. Gli uomini di Fabio Liverani, per sperare nella salvezza, dovranno infatti necessariamente battere il Parma, augurandosi una non vittoria del Genoa. In quel caso sarebbe permanenza in Serie A, altrimenti i salentini dovranno salutare la massima serie e tornare tra i cadetti dopo una sola stagione. Per il Lecce sarà fondamentale cominciare bene la partita, visto che è la squadra ad essere andata meno volte in vantaggio in questo campionato (solo 11), ma anche l'unica a non aver mai perso da situazione di vantaggio (nove vittorie e due pareggi).

Sassuolo-Udinese, domenica 2 agosto, ore 20.45

Sfida che si preannuncia spettacolare, tra due squadre che hanno già raggiunto i propri obiettivi: la formazione di De Zerbi è una delle grandi sorprese del campionato e punta a blindare l'ottavo posto in classifica in questa ultima giornata, gli uomini di Gotti invece hanno raggiunto la salvezza con tre turni d'anticipo e cercano di migliorare ulteriormente la propria classifica. Bilancio in perfetto equilibrio nei 13 precedenti in Serie A tra le due squadre: 4 vittorie a testa e 5 pareggi. In casa, però, il Sassuolo ha ottenuto una sola vittoria contro l'Udinese e mai da quando De Zerbi è sulla panchina neroverde: l'allenatore non è infatti mai riuscito a vincere contro i bianconeri in 6 precedenti (3 pareggi e 3 sconfitte).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche