Inter, Marotta: "Rinnovo Perisic? Siamo fiduciosi ma non ancora al match point"

INTER
©IPA/Fotogramma

L'ad nerazzurro ha parlato della situazione legata al rinnovo di Perisic: "Sono molto fiducioso, ma non siamo ancora al match point". E sul mercato ha aggiunto: "In Italia oggi è inimmaginabile che una società faccia investimenti importanti. Dovremo cogliere le opportunità e investire con parsimonia". Tipo prendere Dybala a zero? "Noi in attacco siamo messi bene e non abbiamo grandi problemi. Detto questo, apprezzo le sue qualità"

JUVENTUS-INTER LIVE

Presente al Foro Italico per l'evento organizzato da Sky Sport, l'Amministratore delegato dell'Inter, Giuseppe Marotta, è stato intervistato da Gianluca Di Marzio e da Angelo Mangiante su molte questioni legate al club nerazzurro. A cominciare dal mercato e dal rinnovo di Perisic: "Non siamo ancora al match point", ha detto usando termini tennistici, visto il contesto (al Foto Italico si stanno giocando gli Internazionali BNL d'Italia). "Se lui vorrà restare con noi, noi abbiamo il desiderio di accontentarlo, senza però elargire somme esagerate. Comunque sono molto fiducioso perché questo matrimonio si possa ancora rinnovare". Queste invece le sue parole sul calciomercato estivo che inizierà tra poche settimane. Cosa si dovranno aspettare i tifosi dell'Inter? "Abbiamo un allenatore giovane e bravissimo, che quest'anno ha fatto una nuova esperienza. Poi abbiamo un gruppo, uno zoccolo duro di calciatori che rappresentano qualcosa di positivo. Accanto a questo dovremo cogliere le opportunità per puntellare la rosa. Siamo in un momento, soprattutto in Italia, dove non è immaginabile che una società faccia investimenti pesanti. Dobbiamo fare investimenti parsimoniosi e mirati per trovare i giocatori funzionali per la squadra che è comunque già allineata". 

Le parole di Marotta su Dybala

leggi anche

Agente Dybala ribadisce: "Non ha nessun accordo"

Ma quando si parla con Marotta di calciomercato dell'Inter, in questo periodo non si può non chiedergli un parere sulla situazione di Paulo Dybala, in scadenza di contratto con la Juventus tra poche settimane, e spesso accostato al club nerazzurro in vista di un possibile trasferimento a costo zero: "Dybala è un ottimo calciatore. Tutti sanno che è un giocatore svincolato e quindi credo che sia appetibile da tanti club. Noi in questo momento abbiamo un reparto offensivo di grande qualità e non abbiamo grandi problemi da quel punto di vista. Detto questo, apprezzo le qualità di Dybala". 

Marotta e le differenze di attrattività tra calcio italiano e calcio inglese

leggi anche

Haaland al City, ufficiale l'accordo col Dortmund

Mentre Marotta, sulla stessa linea di Arrivabene (qui le parole dell'ad bianconero), annuncia una linea di mercato "parsimoniosa", proprio questo martedì il Manchester City ha annunciato l'acquisto di Haaland, a testimonianza di come oggi il calcio inglese sia per diversi fattori superiore al nostro. Questo il commento di Marotta: "C'è un po' di amarezza. Fino agli anni Duemila eravamo l'El Dorado del calcio mondiale. Tutti i migliori venivano da noi. In questo momento invece non siamo più competitivi come una volta. Devo riscontrare che il calcio inglese è più ricco e competitivo e si può permettere colpi come Haaland". 

Sul finale di stagione: "Normale che ci sia un po' di tensione"

leggi anche

Inzaghi: "Non mi aspettavo un anno così positivo"

Dal calciomercato al calcio giocato. L'Inter in poco più di dieci giorni si gioca Coppa Italia e scudetto: "Per la prima volta questa Inter dell'era Zhang si trova a dover convivere contemporaneamente con due realtà contrastanti, che sono campionato e Coppa Italia che si decideranno in pochi giorni. È normale che ci sia tensione, ma ho potuto notare in questo giorni che il lavoro di Inzaghi e di tutta la società attorno alla squadra sta portando dei bei risultati. Ho visto un clima sereno stasera, e c'era grande motivazione. Tutti vogliono regalare ai tifosi una serata speciale".

"Dzeko è veramente un grande professionista"

leggi anche

Serie A, 10 gli squalificati per il prossimo turno

Infine, Marotta ha speso belle parole anche per Dzeko: "Edin è veramente un grande professionista che si è inserito bene e rapidamente nella nostra squadra. Devo dire che nel nostro reparto ha portato tanta saggezza calcistica, utile per i giovani come Correa e come Lautaro".