MotoGP, conferenza GP Spagna 2019. Dovizioso: "Curva intitolata a me? Suonerebbe strano"

Il circuito di Jerez ha deciso di intitolare la curva 6 a Dani Pedrosa, ex pilota Honda ritirato al termine della scorsa stagione. I giornalisti hanno chiesto ai piloti presenti in sala stampa se gradirebbero anche loro avere una curva con il proprio nome. Le risposte sono state molto diverse...

JEREZ, VITTORIA DI MARQUEZ

L'ORDINE DI ARRIVO

CLASSIFICA - CALENDARIO

La MotoGP sbarca in Europa per il GP di Spagna. La settimana si è aperta con la conferenza piloti, che ha avuto tra i suoi tanti temi anche una curiosità che affascina i tifosi: le curve intitolate ai campioni del motorsport. Un argomento che può avere tanti risvolti: c'è chi non vuole proprio sentirne parlare per una questione di scaramanzia, c'è chi invece ama l'idea di avere una curva con il proprio nome per restare legato per sempre a un determinato circuito. In occasione del GP di Spagna 2019, il circuito di Jerez intitolerà curva 6 a Dani Pedrosa. Un omaggio al campione spagnolo, ritiratosi la scorsa stagione e adesso ingaggiato dalla KTM come collaudatore. Curva 6, che al momento si chiama ‘Dry Sack’, sarà la seconda curva di Jerez con il nome di un pilota: curva 13, infatti, è già stata rinominata Curva Lorenzo in onore a Jorge. Ma come la pensano i piloti della MotoGP presenti quest'anno in conferenza a Jerez? Sarebbero contenti di avere una curva con il proprio nome? Ecco le loro risposte.

1 nuovo post
La Honda domina le statistiche: 21 vittorie su 32 e 51 podi su 96. Segue la Yamaha con 8
successi e 33 piazzamenti a podio. 21 vittorie in un solo circuito in top-class è un record
assoluto, registrato solo dalla Honda qui e ad Assen.
- di Redazione SkySport24
In totale si sono corse 98 gare a Jerez in tutte le classi, quindi la gara Moto2 del 2019 sarà
la 100^.
- di Redazione SkySport24
32 GP consecutivi a Jerez (1987-2018): tra i circuiti attuali solo Assen conta più edizioni
consecutive (70: 1949-2018).
- di Redazione SkySport24
Questo sarà il 33° GP della top-class che si disputa a Jerez. In un’occasione, nel 1988, Jerez
non fu il GP di Spagna, ma del Portogallo.
- di Redazione SkySport24

Rossi: "Curva con il mio nome? Non mi piacerebbe"

"Intitolare una curva a me? Sono contento che Pedrosa abbia una curva intitolata a lui, è stato uno dei piloti più veloci a Jerez, guidava molto bene qui. Ma sinceramente non mi piacerebbe avere una curva con il mio nome in questo circuito, in generale è una cosa che non mi piace molto. E' meglio forse che le curve abbiano altri nomi, più magici".

Dovizioso: "Suonerebbe strano"

"Se succede qualcosa di particolare in una curva, allora sarebbe bello darle il nome di un pilota. Però è strano vedere un nome associato alla curva di un pilota. Suona un po' strano, non sono contrario, però per me è strano".

Marquez: "A me piace la curva intitolata a me "

"Se la curva ha un significato speciale, allora a me piace che abbia il mio nome. Ad Aragon c'è una curva con il mio nome, io sono molto contento per questo. Jerez è il posto giusto per intitolare una curva a Pedrosa, lui guidava in modo incredibile in curva 6".

Di seguito il testo integrale della conferenza piloti a Jerez

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche